Instagram Facebook Youtube #abruzzoimpresa
AccediAccedi

Codice Citra, un 2018 da star mondiale per il Montepulciano d’Abruzzo DOC

Grandissimi riconoscimenti a livello internazionale per i prodotti Codice Citra, spicca il Montepulciano d’Abruzzo DOC, ma pluripremiati anche i bianchi autoctoni

a cura della redazione

Sebbene ancora non si sia concluso, il 2018 si conferma un anno molto fruttuoso dal punto di vista dei riconoscimento per Codice Citra che, con le sue 9 cantine associate, 6.000 ettari di superficie vitata e 3.000 soci, rappresenta la più importante realtà produttiva abruzzese. Vino principe di una delle regioni vitivinicole più vocate d’Italia, il Montepulciano d’Abruzzo festeggia quest’anno i 50 anni della DOC e si conferma tra i vini più premiati per Codice Citra. Questo rosso ha ottenuto numerosi riconoscimenti mondiali ed è supportato dai sempre maggiori riconoscimenti ai vitigni autoctoni a bacca bianca: Passerina, Pecorino e Cococciola.

Il Montepulciano d’Abruzzo si è infatti aggiudicato, tra i premi europei del 2018, ben sei riconoscimenti d’eccellenza: al “Mundus Vini 2018”, tra i concorsi enologici più importanti in Germania, la medaglia d’oro per Caroso Montepulciano d’Abruzzo Riserva 2013 e Sistina Montepulciano d’Abruzzo DOP 2016 e al “DECANTER WINW AWARDS 2018”, la più importante competizione del settore in Inghilterra, medaglia d’oro per il Niro Montepulciano d’Abruzzo DOP 2016 si è aggiudicato anche 95 punti su 100. Sempre in terra tedesca altre due medaglie d’oro al “Berliner 2018”, altro importante concorso enologico, al Palio Montepulciano d’Abruzzo DOP 2016 e Bisanzio Montepulciano d’Abruzzo DOP 2016. Infine, Laus Vitae Riserva 2012 Montepulciano d’Abruzzo DOC si è conquistato una medaglia d’oro con un punteggio di 83.80 su 100 al “Concours Mondial de Bruxelles 2018”. A seguire due medaglie d’argento sempre Mundus Vini 2018 per il Bisanzio Montepulciano d’Abruzzo DOP 2016 e il Palio Montepulciano d’Abruzzo DOP 2016.

Il “Vinitaly 5 STAR WINES THE BOOK”, la prestigiosa competizione di Vinitaly International che a novembre diventerà una guida, ha premiato Palio Montepulciano d’Abruzzo DOP 2016 e Niro Montepulciano d’Abruzzo DOP 2016 che si sono aggiudicati rispettivamente 91 e 90 punti su 100.

Fra i premi extraeuropei, invece, a “Sakura 2018” e a “CWSA 2018” svettano il Laus Vitae Montepulciano d’Abruzzo DOP Riserva 2010 e Caroso Montepulciano d’Abruzzo DOP Riserva 2013 che hanno conseguito medaglie d’oro in entrambe le occasioni, il primo dei due, in particolare, è stato omaggiato di una Doppia Medaglia d’Oro e del Best Value per la premiazione “CWSA 2018”.

Grandi apprezzamenti anche per i bianchi autoctoni, che in fatto di riconoscimenti non sono da meno. A livello europeo, fra i più premiati, abbiamo i vini bianchi della linea Ferzo che al prestigioso concorso inglese “International Wine Challenge 2018” hanno ottenuto tre medaglie d’argento rispettivamente al Ferzo Cococciola Abruzzo Dop Superiore 2017, Ferzo Pecorino Abruzzo Dop Superiore 2016 e Ferzo Passerina Abruzzo Dop Superiore 2017, mentre dal Decanter hanno ricevuto altre due medaglia d’argento il Ferzo Pecorino Pecorino Abruzzo Dop Superiore 2017 e Ferzo Cococciola Abruzzo Dop 2017 con un punteggio 90 su 100. Tre importanti medaglie d’argento anche dal “Berliner 2018” per Ferzo Pecorino Abruzzo DOP Superiore 2016 e a Ferzo Passerina Abruzzo DOP Superiore 2016 e, non ultima, la medaglia d’oro al Rino Pecorino Spumante Brut.

Mentre al “Mundus Vini 2018” Rino Pecorino Spumante Brut riscuote un punteggio di 86/100, insieme a Palio Pecorino IGP Terre di Chieti 2017, con 85/100 invece Bisanzio Trebbiano d’Abruzzo 2017 e Bisanzio Cerasuolo d’Abruzzo 2017. Molti altri sono i riconoscimenti per i prodotti di Codice Citra, che vive a pieno il 2018, cercando di renderlo un anno positivo per la crescita e l’apprezzamento dei vini della terra abruzzese nel mondo, portando avanti un messaggio di qualità, perché essi vengano riconosciuti e richiesti sui mercati europei e internazionali.

Codice Citra, fondata nel 1973, raggruppa nove cantine della provincia di Chieti, ed è la principale realtà produttiva vitivinicola d’Abruzzo, che unisce tecnologia, controllo e competenze di una grande azienda alla qualità e alle peculiarità del lavoro tradizionale di 3.000 soci vignaioli che coltivano 6000 ettari di vigneti.

Continua a leggere in Focus...

Fiat Professional presenta il miglior Ducato di sempre

Il nuovo Ducato MY2020 che viene prodotto alla Sevel di Atessa, anticipa alcune informazioni sul...

Continua a leggere...

Un altro anno di crescita e di sviluppo per Amadori

Il Gruppo di Cesena, ma con una sede produttiva anche in Abruzzo a Mosciano Sant'Angelo, ha...

Continua a leggere...

Lavorare in Abruzzo, un’assunzione su 4 è “di difficile reperimento”

Meccanici e montatori di macchinari industriali, ma anche quelle legate a ICT e digitale sembrano...

Continua a leggere...
Cover Story Cover Story

Mercadante Truck, la forza di una famiglia da 92 anni

Scopri di più...
ABRUZZO IMPRESA è il portale online che racconta quotidianamente il mondo dell'imprenditoria abruzzese. Questa testata giornalistica nasce nel 2006 in versione cartacea con lo scopo di raccontare attraverso interviste e approfondimenti l'economia abruzzese. Il vero grande valore aggiunto di questa nuova scelta editoriale è la Web Tv di ABRUZZO IMPRESA che permette ad imprenditori e manager di esporre le loro storie. I canali Facebook, Instagram e Linkedin sono lo strumento di espansione del sito ufficiale che vede nell'ipertestualità una importante via di sviluppo.
Fabio De Vincentiis
Editore
Eleonora Lopes
Direttore Responsabile
Gianluigi Tiberi
Coordinatore web-tv
La Redazione