Instagram Facebook Youtube #abruzzoimpresa
AccediAccedi

Con il Coronavirus oltre un milione di lavoratori a rischio nel vitivinicolo

L'allarme lanciato da Coldiretti con focus sull'Abruzzo dove a tremare di più è l'export con 185 milioni di euro in ballo

di Marco Abbonizio

 

L'emergenza Covid-19 si abbatte inesorabilmente sul settore vitivinicolo, uno dei settori trainanti dell'economia italiana ed abruzzese, che proprio l'anno scorso aveva fatto registrare cifre da record con un aumento delle esportazioni del 3,1% per un valore di 6,4 miliardi di euro, il massimo di sempre. I dati nazionali rispecchiano ovviamente anche la situazione della nostra regione, dove il settore vitivinicolo è stato finora un vero e proprio motore con un valore dell’export di circa 185 milioni di euro e un andamento negli ultimi anni in forte ascesa su cui ora, però, pesa una situazione certamente preoccupante. 

Questo è quanto afferma la Coldiretti nel sollecitare interventi urgenti per il settore vitivinicolo colpito duramente dall’emergenza Coronavirus:

"A pesare sul mercato interno è stata la chiusura forzata di ristoranti e bar che si è estesa anche all’estero, dove si sono peraltro moltiplicate le disdette per effetto delle difficoltà logistiche, della disinformazione, strumentalizzazione e concorrenza sleale con la campagna denigratoria sui prodotti italiani. Un duro colpo per le imprese vitivinicole italiane, ma anche abruzzesi, che – precisa la Coldiretti - realizzano la maggior parte del fatturato proprio all’estero".

Un quadro impietoso e quantomai veritiero che fa luce sull'attuale situazione regionale nell'ambito vitivinicolo; un pilastro della nostra economia che ora necessita, di fatto, di interventi urgenti da parte delle istituzioni: 

"Bisogna ricostruire un clima di fiducia nei confronti del marchio Made in Italy che – prosegue la Coldirettirappresenta una eccellenza riconosciuta sul piano qualitativo a livello comunitario ed internazionale. Serve pertanto una forte campagna di comunicazione per sostenere i consumi alimentari  con il vino che rappresenta da sempre all’estero un elemento di traino per l’intero Made in italy, alimentare e non. L’Italia - conclude - che è il primo produttore mondiale di vino, deve farsi portatrice a livello comunitario di un piano di sostegno straordinario di un comparto strategico per il Paese, dal quale nascono opportunità di lavoro a livello nazionale per 1,3 milioni di persone impegnate direttamente in campi, cantine e nella distribuzione commerciale, ma anche in attività connesse e di servizio, per un fatturato che è salito nel 2019 alla quota record di oltre 11 miliardi".

 

Continua a leggere in Primo Piano...

Vendemmia 2020, in aumento produzione e qualità

Nonostante le perplessità legate al meteo del mese di agosto, secondo Coldiretti, le prime...

Continua a leggere...

Imprenditoria femminile, Laura Tinari “Solo il 49,5% delle donne ha un'occupazione“

La presidente dei Giovani Imprenditori Confindustria L’Aquila-Abruzzo interno, Laura Tinari...

Continua a leggere...

Torano Nuovo: un secco no all'installazione di un'antenna

Costituito un Comitato per portare avanti questa battaglia. Contro l'antenna della Iliad Spa che...

Continua a leggere...
ABRUZZO IMPRESA è il portale online che racconta quotidianamente il mondo dell'imprenditoria abruzzese. Questa testata giornalistica nasce nel 2006 in versione cartacea con lo scopo di raccontare attraverso interviste e approfondimenti l'economia abruzzese. Il vero grande valore aggiunto di questa nuova scelta editoriale è la Web Tv di ABRUZZO IMPRESA che permette ad imprenditori e manager di esporre le loro storie. I canali Facebook, Instagram e Linkedin sono lo strumento di espansione del sito ufficiale che vede nell'ipertestualità una importante via di sviluppo.
Fabio De Vincentiis
Editore
Eleonora Lopes
Direttore Responsabile
Gianluigi Tiberi
Coordinatore web-tv
La Redazione