Instagram Facebook Youtube #abruzzoimpresa
AccediAccedi

Bilancio di fine 2019 per Confindustria Chieti Pescara

Tra i prossimi progetti, la Blockchain che traccia l'intera filiera e protegge il Made in Italy

a cura della redazione

Un anno impegnativo sotto il profilo della rappresentanza e della tutela degli interessi delle aziende associate, dell'elaborazione di soluzioni a problemi economici, sindacali e di carattere generale. Un'attività costante, finalizzata a creare un contesto ambientale il più possibile favorevole al consolidamento e allo sviluppo della piccola e media impresa, a cui si affiancano aziende leader nei mercati che costituiscono motivo di orgoglio e prestigio per l'intera area di riferimento.

Si chiude un 2019 ricco di risultati per Confindustria Chieti Pescara che, in occasione dei tradizionali auguri di Natale a dipendenti, associati e cittadini, ha tracciato un report di fine anno che pone l'attenzione sui risultati raggiunti e sui progetti al via.

I numeri parlano di 46 nuove aziende associate per un totale di 1800 nuovi dipendenti rappresentati. 

«Il compito della nostra associazione non è solo amministrare e governare ma è realizzare, rendere concreti progetti, sogni e speranze - ha sottolineato il presidente Silvano Pagliuca -. L'augurio di Confindustria è quello di continuare ad incidere positivamente sulla realtà, diventando ancora più strumento fondamentale per portare il contributo di tutta l'imprenditoria allo sviluppo e al benessere dell'intera società».

A fine novembre si è tenuta la prima edizione di Connext Chieti Pescara, una giornata unica in Abruzzo dedicata al Business matching. Un successo con più di 1000 partecipanti tra imprenditori, manager e startupper, 250 aziende e 640 incontri B2B. Tredici le regioni coinvolte, 50 le imprese espositrici e oltre 300 le aziende presenti in una piattaforma web creata su misura, un marketplace virtuale che resterà on line ancora per diversi mesi, offrendo a tutti gli iscritti un servizio innovativo per continuare a fare business.

«Ora si guarda al futuro - afferma il direttore generale Luigi Di Giosaffatte -. C'è già la data del prossimo Connext che si terrà il 23 ottobre 2020. Ed è pronto a partire il Progetto Ecosistema Innovativo, in collaborazione con l'Università d'Annunzio, per dare vita ad un osservatorio che rileverà le azioni innovative delle imprese presenti sul territorio con una tecnologia centrata sulla semantica e con una banca dati intelligente con web app. Si tratta di un'iniziativa strategica, le aziende potranno profilarsi in maniera molto specialistica, e i risultati saranno pubblicati e diffusi».

Efficienza, innovazione e sostenibilità, sono le tre priorità sulle quali si focalizza larga parte dell'attenzione delle imprese, e in tutte queste l'applicazione del Blockchain può fare la differenza. La funzione primaria del Blockchain è di certificare le transazioni attraverso una sorta di libro contabile condiviso e sicuro, composto da blocchi di dati che le memorizzano: per essere consolidato all'interno di un blocco, ogni dato, e successivamente ogni blocco prima di essere inserito nella cosiddetta "catena", viene sottoposto a un processo di validazione al termine del quale diviene immodificabile.

«La tecnologia Blockchain punta a certificare la filiera del Made in Italy - spiega Pagliuca - pensiamo solo alla sua applicazione nel mondo del manifatturiero e della moda, ma anche nell'agroalimentare. Confindustria Chieti Pescara porta avanti questo progetto che immette un altissimo grado di sicurezza nel processo produttivo e rivoluziona in positivo diversi settori d'interesse. Innovazione del pensiero e innovazione tecnologica per una nuova cultura quale unico motore di ripresa economica. Per guardare al nuovo anno con la serietà e l'impegno che contraddistingue la nostra associazione».

 

Continua a leggere in Primo Piano...

Decreto “Salva-imprese”: 400 miliardi per la liquidità

Ce ne parla l’esperto in finanza agevolata Alfredo Castiglione che analizza gli strumenti dei...

Continua a leggere...

Anniversario terremoto L’Aquila, ADSI: "Costruire una norma quadro per la ricostruzione"

L'appello alle istituzioni del presidente nazionale dell’Associazione Dimore Storiche Italiane,...

Continua a leggere...

Confesercenti lancia l'allarme: "Aziende in crisi, c'è il rischio di non ripartire"

Appello chiaro e senza mezzi termini quello di Carlo Rossi a nome di Confesercenti Abruzzo per un...

Continua a leggere...
ABRUZZO IMPRESA è il portale online che racconta quotidianamente il mondo dell'imprenditoria abruzzese. Questa testata giornalistica nasce nel 2006 in versione cartacea con lo scopo di raccontare attraverso interviste e approfondimenti l'economia abruzzese. Il vero grande valore aggiunto di questa nuova scelta editoriale è la Web Tv di ABRUZZO IMPRESA che permette ad imprenditori e manager di esporre le loro storie. I canali Facebook, Instagram e Linkedin sono lo strumento di espansione del sito ufficiale che vede nell'ipertestualità una importante via di sviluppo.
Fabio De Vincentiis
Editore
Eleonora Lopes
Direttore Responsabile
Gianluigi Tiberi
Coordinatore web-tv
La Redazione