Instagram Facebook Youtube #abruzzoimpresa
AccediAccedi

Tommaso Romanelli

Un imprenditore eclettico ma legato al territorio

Luca Di Nicola

Tommaso Romanelli possiede le caratteristiche che lo rendono uno degli imprenditori più interessanti della nostra penisola: eclettico ma legato al territorio, lungimirante ma rispettoso delle tradizioni.

Abruzzese doc, il giovane imprenditore ha gestito per più di 10 anni la crescita e l’espansione dell’azienda di famiglia operando nell’ambito della progettazione e realizzazione di macchinari per il settore vinicolo. Brillante nel conseguimento degli studi, Tommaso ha collezionato diversi titoli che annoverano un Master in Ingegneria Meccanica presso l’Università di Bologna e un Master in Business Administration (MBA) presso la IE Business School. La sua carriera professionale non è da meno: un’esperienza in Ferrari come ingegnere meccanico, un’altra presso la Tecnowind SpA (leader nella produzione di piani cottura e cappe per uso domestico e industriale) come Product Engineer. Dopo aver accumulato professionalità ed esperienza, Tommaso lascia il Vecchio Continente per trasferirsi direttamente in California dove, per cinque anni, lavora come project manager in una start-up della Silicon Valley nel settore delle energie rinnovabili, Makani Power, successivamente acquisita da Google X. Tommaso ha poi fondato, insieme ad un partner, uno studio di consulenza ingegneristica a San Francisco, dove ha lavorato con startups, incubatori e aziende nel settore high-tech. Ultima, in ordine di tempo, la nascita di Tre Cime Capital con sede a Verona. «Collaborazione, integrità e imprenditorialità sono i miei credo. Non sono un ex banchiere o un ex consulente, sono un imprenditore con esperienza internazionale che vuole creare valore aggiunto nel suo paese. Sono una persona che crede fortemente nelle conoscenze, nella serietà e dà valore ad una stretta di mano».

Tommaso Romanelli racconta con la sua vita una storia di successo: gli studi in ingegneria e business presso le migliori Università, una carriera fulminante tra l’Europa e la Silicon Valley, un amore per il suo Paese che lo porta a rientrare in Italia ed importare uno dei veicoli imprenditoriali più innovativi, tanti riconoscimenti nazionali ed internazionali. Ultimo, in ordine di tempo, un articolo apparso sul Sole 24 Ore dove si evidenzia l’alto valore della sua Tre Cime Capital, il primo esperimento italiano basato sul modello statunitense del Search Fund. L’Abruzzo può vantare così uno degli imprenditori più eterogenei della nostra penisola: ingegnere meccanico con esperienza nelle più moderne start-up, la sua formazione e la sua professionalità lo portano ad essere oggi uno degli innovatori in materia finanziaria del nostro Paese. La società da lui fondata grazie all’appoggio di finanziatori nazionali e stranieri sembra essere, ad oggi, uno dei modelli più riusciti di economia e buisness.

Tre Cime Capital

L'idea imprenditoriale di Tommaso Romanelli nasce dal bisogno di dare risposte reali ad interrogativi concreti: come gestire il passaggio generazionale delle PMI? Come incoraggiare i giovani talenti e manager a rientrare o restare in Italia? Come attirare capitale economico e umano dall’estero? La risposta a tali quesiti sta nel cosiddetto Search Fund: un veicolo imprenditoriale nato negli USA degli anni ’80 per mano di Irving Grousbeck, un professore della Stanford University Business School il quale, analizzando il tessuto socio-economico statunitense, rilevò una situazione simile a quella dell’Italia attuale (abbondanza di PMI con problemi di successione) e teorizzò il modello Search Fund come possibile soluzione al problema. Da allora sono stati creati più di 300 Search Fund nel mondo e più di 250 solo negli Stati Uniti. Il modello che prevedere il finanziamento del promotore da un gruppo di investitori privati, è stato adottato con successo in altri paesi: Canada, Messico, Inghilterra, Spagna e Germania. Tre Cime Capital è il primo veicolo di questo genere ad essere lanciato in Italia. Grazie agli studi compiuti e alle esperienze professionali, Tommaso Romanelli è il primo imprenditore a lanciare tale progetto: il suo scopo è dare un’opportunità a giovani manager che vogliono cercare, acquisire e gestire società a gestione familiare con problemi di successione e con un valore societario intorno ai 20 milioni di euro. Il lungimirante progetto intende professionalizzare quelle realtà familiari che hanno bisogno di svilupparsi senza stravolgere i loro valori fondanti.

Continua a leggere in Storie & Persone...

Alfons Liko alla guida dell'Associazione Nazione Oltre le Frontiere - Chieti

Rinnovate le cariche statutarie dell’Associazione ANOLF-Chieti: parte ora un nuovo corso per...

Continua a leggere...

Valentino Di Campli raddoppia il mandato al Consorzio Tutela d'Abruzzo

Di Campli è stato riconfermato all’unanimità per il triennio 2019-2021. Al suo fianco:...

Continua a leggere...

Luca Mazzali è il nuovo presidente Legacoop Abruzzo

Il neo eletto: “Nelle cooperative gli anticorpi alla crisi”

Continua a leggere...
Cover Story Cover Story

Mercadante Truck, la forza di una famiglia da 92 anni

Scopri di più...
ABRUZZO IMPRESA è il portale online che racconta quotidianamente il mondo dell'imprenditoria abruzzese. Questa testata giornalistica nasce nel 2006 in versione cartacea con lo scopo di raccontare attraverso interviste e approfondimenti l'economia abruzzese. Il vero grande valore aggiunto di questa nuova scelta editoriale è la Web Tv di ABRUZZO IMPRESA che permette ad imprenditori e manager di esporre le loro storie. I canali Facebook, Instagram e Linkedin sono lo strumento di espansione del sito ufficiale che vede nell'ipertestualità una importante via di sviluppo.
Fabio De Vincentiis
Editore
Eleonora Lopes
Direttore Responsabile
Gianluigi Tiberi
Coordinatore web-tv
La Redazione