Instagram Facebook Youtube #abruzzoimpresa
AccediAccedi

Moda, vino e pasta. L'Abruzzo piace all'estero

Secondo il Monitor dei distretti industriali dell'Abruzzo di Intesa Sanpaolo, nel 2018 ben 4 distretti su 5 crescono per l'export

a cura della redazione

Abbigliamento, vini di montepulciano, la pasta di Fara. Sono questi i tre grandi fiori all'occhiello dell'export abruzzese. Secondo i dati emersi dal Monitor dei distretti industriali dell'Abruzzo curato dalla Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo, il 2018 è stato un anno nettamente positivo per le esportazioni dei distretti abruzzesi (+4,1%), evidenziando performance migliori sia dei distretti italiani (+2,2%), sia del manifatturiero regionale (+3,6%), fortemente sostenuto dall'Automotive e dalla Meccanica.

Ben quattro distretti abruzzesi su cinque crescono. L'abbigliamento sale del +6% per il distretto nord-abruzzese e +15,6% per il distretto sud-abruzzese; i vini di montepulciano aumentano del +5,9% e la pasta di Fara dell'1,4%. In controtendenza, invece, il mobilio che diminuisce dell'1,8%.

«I Distretti industriali abruzzesi, nel loro complesso, nel 2018 hanno saputo distinguersi sui mercati internazionali, facendo leva sui valori di qualità e innovazione che sono alla base di questi risultati - spiega Tito Nocentini, direttore regionale di Intesa Sanpaolo -. Obiettivo del nostro Gruppo, che non a caso segue puntualmente tali dinamiche attraverso il lavoro della sua Direzione Studi e Ricerche, è appunto sostenere le imprese in queste sfide. E' con questa finalità che Intesa Sanpaolo ha scelto di agevolare le imprese che investono semplificandone l'accesso al credito: nella determinazione del rating valorizziamo gli aspetti qualitativi come l'investimento in capitale umano e l'innovazione, l'appartenenza alle filiere e la sostenibilità. Nel 2018 - continua Nocentini - Intesa Sanpaolo ha erogato 280 milioni di euro alle imprese abruzzesi, con una crescita del 20% rispetto all'anno precedente. Ed uno strumento strategico per migliorare l'accesso al credito soprattutto alle piccole imprese, il Programma Filiere, in regione ad oggi conta 11 aziende capofila con oltre 1.700 dipendenti, 450 imprese fornitrici e un giro d'affari complessivo di 2,1 miliardi di euro».

A contribuire positivamente all'andamento delle esportazioni dei distretti abruzzesi sono stati i mercati maturi (+5,7%), mentre sono rimasti sostanzialmente stabili i mercati emergenti. In forte crescita Svizzera e Olanda; molto bene anche Regno Unito e Canada. Pesante riduzione dei flussi, invece, verso Cina e Hong Kong, Russia e Qatar.

«In un quadro di rallentamento del commercio mondiale e di elevata incertezza legata alle tensioni geo-politiche presenti sui mercati internazionali, i distretti dell'Abruzzo si sono distinti per dinamicità - commenta Carla Saruis, della Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo -. Alla base di questo successo vi e' la crescente presenza sui mercati più lontani e ad alto potenziale, basti pensare che il raggio d'azione delle imprese in 10 anni e' mediamente aumentato di 643 chilometri».

 

Continua a leggere in Primo Piano...

AAA, cercasi influencer

La Regione Abruzzo ha aperto un avviso pubblico per individuare Abruzzo Smart Ambassador

Continua a leggere...

Ristorante tipico d'Abruzzo, pronto il marchio ufficiale

E' possibile presentare le domande per ottenere in concessione il riconoscimento

Continua a leggere...

Pergò, un vitigno antico per un vino che guarda al futuro

Dora Sarchese ha presentato l'ultima novità, un vino liquoroso a base Pergolone, vitigno...

Continua a leggere...
Cover Story Cover Story

Mercadante Truck, la forza di una famiglia da 92 anni

Scopri di più...
ABRUZZO IMPRESA è il portale online che racconta quotidianamente il mondo dell'imprenditoria abruzzese. Questa testata giornalistica nasce nel 2006 in versione cartacea con lo scopo di raccontare attraverso interviste e approfondimenti l'economia abruzzese. Il vero grande valore aggiunto di questa nuova scelta editoriale è la Web Tv di ABRUZZO IMPRESA che permette ad imprenditori e manager di esporre le loro storie. I canali Facebook, Instagram e Linkedin sono lo strumento di espansione del sito ufficiale che vede nell'ipertestualità una importante via di sviluppo.
Fabio De Vincentiis
Editore
Eleonora Lopes
Direttore Responsabile
Gianluigi Tiberi
Coordinatore web-tv
La Redazione