Instagram Facebook Youtube #abruzzoimpresa
AccediAccedi

L’ “immenso Premio Borsellino”

E’ stato definito così questo riconoscimento che è partito dall’Abruzzo e oggi è diventato il più importante momento di riflessione sui temi della legalità in Italia

di Melissa Di Sano

Sarebbe stata contenta Rita Borsellino - che il 3 dicembre del 1992 volle che nascesse e volle essere presidente- di questo Premio che è diventato il più importante momento di riflessione sui temi della legalità in Italia. Un Premio che raccoglie consensi non solo in Abruzzo ma in tutta Italia. Che sarà presente con i suoi volontari il 24 novembre a Palermo per la costituzione del Centro di documentazione e della biblioteca Paolo e Rita Borsellino a cui il Premio donerà una preziosa raccolta di 150, tra video e interviste, raccolte in questi anni a Pescara nelle varie edizioni della manifestazione. Il 27 novembre sarà a Roma in un prestigioso tavolo con Ministero degli Interni e Polizia di Stato, Ministero della difesa e Carabinieri, Csm, Miur, Anac, per la firma di un protocollo per gli incontri del mondo della legalità nelle scuole, e il 20 dicembre sarà a Milano con i rappresentanti di Eurojust e altre associazioni come Libera per l’organizzazione di una grande manifestazione da svolgersi il 23 maggio al Parlamento europeo.  

Del resto già la manifestazione era stata definita “immenso Premio Borsellino”. Non bello, né grande ma immenso è il “Premio Borsellino” per il massmediologo Klaus Davi giornalista di Mediaset che su TGcom 24 di Mediaset, ha così commentato il riconoscimento che gli è stato assegnato a Pescara. In realtà immagini, motivazioni, annunci, ospiti di questa edizione del Premio erano già stati annunciati numerose volte sulle reti Mediaset e Rai. Il commento del resto è giustificato dal fatto che a Pescara erano presenti il numero uno della lotta alla mafia siciliana che ha indagato sulle stragi di Capaci e via D’Amelio, Lia Sava; il nemico numero uno delle mafie nel Nord Italia, il Procuratore Alessandra Dolci responsabile dell’antimafia a Milano; il procuratore di Roma che ha sgominato prima la ndrangheta in Calabria ed ora la “mafia capitale” dei Casamonica di Ostia Giovanni Musarò. La dirigente del Miur Giovanna Boda organizzatrice delle “Navi per la legalità”, Il Questore di Napoli Antonio De Jesu che ha sconfitto la camorra in Campania, il Questore di Pescara Francesco Misiti già a capo dell’antimafia a Palermo che arrestò i capimafia Brusca, Aglieri, Vitale e Spatuzza con testimonial d’eccezione come Il Procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo Federico Cafiero De Raho, il vice presidente Giovanni Legnini presidente del Premio, il vice capo vicario della Polizia Luigi Savina, Giovanni Impastato (fratello di Peppino Impastato), Marilena Natale (giornalista sotto scorta che attacca ogni giorno i casalesi e i loro fuochi, e ha sventato di recente un attentato), Daniele Piervincenzi (di Rai 2 noto per l’aggressione subita a Ostia dai Casamonica), Ilaria Cucchi, Fabio Anselmo e Andrea Cremonini ( il coraggioso regista del film “Sulla mia pelle” sugli ultimi giorni di Stefano Cucchi), Andrea Manzi (presidente dell’associazione “Ultimi” contro la camorra) il cantante Shel Shapiro con il suo progetto “11” che porta la Costituzione delle scuole” e il docente e musicista Alex Spinelli con il suo progetto per l’integrazione, l’attore Pino Calabrese (Pizzo Falcone su Rai2) che ha recitato brani del suo spettacolo su Aldo Moro, il maestro Piero Lombardi per il progetto di musico terapia con ragazzi diversamente abili, gli allievi dell’associazione “Don Guanella” di Scampia che sottraggono manovalanza alla camorra.

 

Continua a leggere in Primo Piano...

Moda, vino e pasta. L'Abruzzo piace all'estero

Secondo il Monitor dei distretti industriali dell'Abruzzo di Intesa Sanpaolo, nel 2018 ben 4...

Continua a leggere...

AAA, cercasi influencer

La Regione Abruzzo ha aperto un avviso pubblico per individuare Abruzzo Smart Ambassador

Continua a leggere...

Ristorante tipico d'Abruzzo, pronto il marchio ufficiale

E' possibile presentare le domande per ottenere in concessione il riconoscimento

Continua a leggere...
Cover Story Cover Story

Mercadante Truck, la forza di una famiglia da 92 anni

Scopri di più...
ABRUZZO IMPRESA è il portale online che racconta quotidianamente il mondo dell'imprenditoria abruzzese. Questa testata giornalistica nasce nel 2006 in versione cartacea con lo scopo di raccontare attraverso interviste e approfondimenti l'economia abruzzese. Il vero grande valore aggiunto di questa nuova scelta editoriale è la Web Tv di ABRUZZO IMPRESA che permette ad imprenditori e manager di esporre le loro storie. I canali Facebook, Instagram e Linkedin sono lo strumento di espansione del sito ufficiale che vede nell'ipertestualità una importante via di sviluppo.
Fabio De Vincentiis
Editore
Eleonora Lopes
Direttore Responsabile
Gianluigi Tiberi
Coordinatore web-tv
La Redazione