Instagram Facebook Youtube #abruzzoimpresa
AccediAccedi

Formazione e industria 4.0 all'Aquila Confindustria e sindacati firmano un accordo territoriale

Un patto per il credito d’imposta sulla formazione nei temi chiave del 4.0, di cui beneficeranno soprattutto le aziende di minori dimensioni. L'Accordo firmato all'Aquila è uno dei primissimi siglato in materia a livello nazionale

a cura della redazione

Permettere alle aziende della provincia dell'Aquila, che intraprendano o abbiano intrapreso attività di formazione nell’ambito delle materie inserite nel Piano Nazionale Industria 4.0, di poter beneficiare del credito d’imposta previsto dalla Legge di Bilancio 2018 e dal relativo decreto interministeriale del 4 maggio 2018 è l'obiettivo dell'accordo sottriscritto qualche giorno fa Lo scorso 18 ottobre tra Confindustria L’Aquila – Abruzzo Interno e le segreterie provinciali di CGIL, CISL e UIL.

Tale Accordo territoriale per il credito d’imposta sulla formazione 4.0 è uno dei primissimi firmati in materia a livello nazionale, un modo grazie al quale le aziende della provincia dell’Aquila, specie quelle di minori dimensioni, potranno beneficiare di un incentivo fiscale nella misura del 40% del costo delle ore del personale impiegato in formazione sui temi chiave di Industria 4.0 (big data e analisi dei dati, cyber security, interfaccia uomo-macchina, informatizzazione, internet of things, web marketing, ecc…).

“Con tale meccanismo - afferma il presidente di Confindustria L’Aquila, Marco Fracassi - si intendono stimolare gli investimenti delle imprese nella formazione del personale nelle materie aventi a oggetto le tecnologie rilevanti per il processo di trasformazione tecnologica e digitale. Invitiamo le imprese a cogliere questa opportunità fin da subito, anche perché non sappiamo se sarà confermata anche per il prossimo anno. Il sistema industriale aquilano necessita di professionalità nuove, costantemente aggiornate e sempre più qualificate. Industria 4.0 ha sì bisogno di macchinari, ma soprattutto di competenze e quindi di formazione continua”.

“Con i segretari territoriali di CGIL, CISL e UIL abbiamo definito le modalità di condivisione dei piani formativi delle aziende nelle quali non sia costituita la rappresentanza sindacale; per poter beneficiare dell’incentivo fiscale del credito d’imposta è necessario che gli accordi condivisi dalla Commissione Paritetica Provinciale siano depositati telematicamente presso l’ITL dell’Aquila”, precisa il responsabile di Confindustria L’Aquila, Francesco De Bartolomeis.

Oltre a quella di Francesco De Bartolomeis, l'accordo porta la firma di Umberto Trasatti (CGIL), Paolo Sangermano (CISL) e Fabrizio Truono (UIL).

Continua a leggere in Primo Piano...

Sicurezza sul lavoro, dall'Inail 10 milioni per l'Abruzzo

Da aprile a maggio piccole e medie imprese potranno partecipare al bando Isi 2018

Continua a leggere...

Due nuovi gates all'Aeroporto d'Abruzzo

Paolini: "Ora puntiamo al milione di passeggeri"

Continua a leggere...

Caporalato, due anni in più per contrastare il fenomeno di sfruttamento dei lavoratori agricoli

La Regione ha prorogato di altri due anni il protocollo a tutela del lavoro regolare

Continua a leggere...
Cover Story Cover Story

Mercadante Truck, la forza di una famiglia da 92 anni

Scopri di più...