Instagram Facebook Youtube #abruzzoimpresa
AccediAccedi

Natale, tra dolci e cioccolato

Grazie a molti studi scientifici recenti il cioccolato fondente è stato ampiamente riabilitato assumendo addirittura il ruolo di nutraceutico

A cura di Pietro Campanaro

Panettone, pandoro, torrone, cioccolata, parrozzo, sfogliatelle, bocconotti, calcionetti, pepatelli, pizzelle, ferratelle, neole, spumini, meringhe, torroncini, croccante di mandorle, nociata, libretti di fichi e... tanti altri, ma quante bontà ci regala il periodo natalizio tra i dolci classici e quelli della tradizione locale! Ma negli ultimi decenni a tutte queste bontà si è affiancato anche il consumo del “cibo degli dei” o “Kakaw uhanal” come lo chiamavano i Maya ovvero il cioccolato declinato in tanti modi e spesso ingrediente base dei dolci natalizi.

Il cioccolato ha una storia molto originale e presso le popolazioni indigene del Centro America il suo  utilizzo era riservato solo ad alcune classi alte come sovrani, nobili e guerrieri e di certo non nella forma attuale ma come una bevanda miscelata a spezie come pepe, peperoncino ed erbe allucinogene. Dopo la scoperta dell'America, dagli inizi del 1500 insieme a tante altre novità (pomodori, patate, mais, ecc.) il cioccolato arriva in Europa portato dai conquistadores e per diverso tempo viene consumato nella versione originaria ma successivamente i monaci spagnoli, depositari di una lunga tradizione di miscele e infusi, sostituiscono le spezie con vaniglia e zucchero di canna, rendendo più densa e dolce la miscela e in questa nuova formulazione, molto simile a quello di Modica, il cioccolato si diffonde rapidamente in tutto il vecchio continente.

Bollato per decenni come alimento poco salutare, grazie a molti studi scientifici recenti il cioccolato è stato ampiamente riabilitato assumendo addirittura il ruolo di nutraceutico (alimento con potere preventivo e curativo) ma attenzione, ad avere tutte queste proprietà è solo il cioccolato fondente che risente meno di aggiunte o processi di lavorazione rispetto a quello al latte o bianco.

Il cioccolato contiene teobromina e caffeina che hanno un'azione stimolante e migliorano la concentrazione, tannini e polifenoli ad azione vaso e cardioprotettiva, epicatechine e flavonoidi che agiscono come antiossidanti, magnesio, feniletilamina, anandamide e triptofano che riducono lo stress nervoso, la depressione e favoriscono il sonno, rame e potassio che migliorano affaticamento e astenia ed in particolare la combinazione rame/flavonoidi riduce la pressione arteriosa e migliora il metabolismo del glucosio che risulta particolarmente utile nei diabetici.

Il dilemma è sempre quello! Ma quanto cioccolato si può consumare per avere benefici senza eccedere? Considerando che è un alimento molto calorico il giusto compromesso è di circa 20 grammi al giorno mentre per i dolci natalizi il consiglio è di consumarne circa 50 grammi al giorno (una fettina di panettone o pandoro o  parrozzo, una sfogliatella, uno-due bocconotti, 3-4 calcionetti, ecc.) in modo che il nostro organismo possa tranquillamente smaltirli sempre senza tralasciare in questo periodo il consumo corretto di verdura e frutta.

Buone Feste a tutti.

 

I miei riferimenti: Dr. Pietro Campanaro

Medico-Chirurgo Nutrizionista, Specialista in Scienze dell’Alimentazione, Fitoterapeuta

info: 333.6898724; Blog http://nutraceuticafitomedicina.wordpress.com/; gruppo su Facebook: Nutraceutica e Fitomedicina

Foto tratta da www.viaggiando-italia.it

 
 

 

 
Continua a leggere in Nonsoloimpresa...

Dennis Stratton sbarca in Abruzzo: in arrivo una storica due giorni di concerto

Allo Stammitsch Tavern di Chieti Scalo l'evento con l'accompagnamento della tribute band...

Continua a leggere...

Influenza? Un aiuto dagli alimenti

Un valido supporto per aiutare il sistema immunitario a difendersi dall'influenza è il consumo...

Continua a leggere...

Il Balletto di San Pietroburgo va in scena a Pescara

"Il Lago dei Cigni" di Ciajkovskij si terrà al Teatro Massimo il prossimo 15 gennaio. Lo...

Continua a leggere...
ABRUZZO IMPRESA è il portale online che racconta quotidianamente il mondo dell'imprenditoria abruzzese. Questa testata giornalistica nasce nel 2006 in versione cartacea con lo scopo di raccontare attraverso interviste e approfondimenti l'economia abruzzese. Il vero grande valore aggiunto di questa nuova scelta editoriale è la Web Tv di ABRUZZO IMPRESA che permette ad imprenditori e manager di esporre le loro storie. I canali Facebook, Instagram e Linkedin sono lo strumento di espansione del sito ufficiale che vede nell'ipertestualità una importante via di sviluppo.
Fabio De Vincentiis
Editore
Eleonora Lopes
Direttore Responsabile
Gianluigi Tiberi
Coordinatore web-tv
La Redazione