Instagram Facebook Youtube #abruzzoimpresa
AccediAccedi

La Fidapa sezione Pescara Portanuova parla di violenza ambientale attraverso le immagini di Stefano Schirato

Incontro dibattito, venerdì 16 novembre, ore 17:30 all'Aurum

a cura della redazione

 

La violenza ambientale, a cominciare dal più grande disastro italiano, quello della Terra dei Fuochi tra le province di Napoli e Caserta per poi analizzare i riflessi sull'economia, la giustizia e i danni sociali. Saranno questi i grandi temi affrontati, venerdì 16 novembre, nella Sala D'Annunzio dell'Aurum – la Fabbrica delle idee di Pescara, nel corso dell'incontro “La violenza ambientale: immagini e commenti”, organizzato dalla Fidapa (Federazione italiana donne arti professioni affari) sezione "Pescara Portanuova”, presieduta da Miriam D'Ascenzo.

Protagonisti dell'incontro dibattito saranno il fotografo freelance Stefano Schirato che venerdì presenterà, per la prima volta a Pescara, il suo ultimo libro “Terra Mala. Living with poison”, un ritratto della Terra dei Fuochi; Angelo Mariano Bozza, presidente del tribunale di Pescara con un intervento su “Giustizia, ambiente, economia e società”; Ezio Sciarra, decano, già presidente della facoltà di Scienze Sociali dell'Università D'Annunzio che analizzerà “l'Alterazione ecologica e il danno sociale”.

Con il dibattito, la Fidapa prosegue nel suo percorso annuale, articolato e innovativo, volto soprattutto a incidere nella società attraverso una partecipazione delle donne con pari competenze e opportunità. Dopo un primo convegno centrato appunto sulla "Formazione di qualità per competenze e opportunità future" promuove, in vista della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne che si celebra il 25 novembre, un incontro - dibattito in cui verrà analizzato il tema della violenza in accezione più ampia e articolata: quella relativa all'ambiente.

Schirato, da oltre 15 anni fotografo freelance per le più importanti riviste internazionali per le quali ha curato reportage incentrati sul sociale, da tempo è impegnato in un ampio progetto sul legame tra inquinamento e malattie causate da condizioni ambientali malsane. Dopo aver documentato nel 2011 l’Ilva di Taranto e le conseguenze delle esalazioni dell’impianto industriale sugli abitanti e nello stesso anno, in occasione del venticinquesimo anniversario dall’esplosione del reattore nucleare della centrale di Chernobyl, essersi concentrato sul traffico illegale di materiale radioattivo, dal 2015 ha iniziato il suo studio sulla Terra dei Fuochi, traendone un libro pieno di testimonianze che oscilla tra due filoni, quello dell'inquinamento e quello delle storie delle famiglie che nonostante tutto mai lascerebbero la loro Terra.

L'appuntamento, aperto al pubblico, è alle ore 17.30.

 

Continua a leggere in Nonsoloimpresa...

I contadini volanti (e altri eroi)

Con una mostra fotografica sull’agricoltura eroica, da Pantelleria alla Costiera Amalfitana, da...

Continua a leggere...

I bimbi teramani insieme con un libro per l'Unicef

Younicef, la sezione giovani del Comitato Provinciale dell’Unicef di Teramo, ha organizzato, in...

Continua a leggere...

Dove volano gli asini, il primo romanzo della giornalista pescarese Federica Fusco

La presentazione avrà luogo a Pescara, sabato 24 novembre alle 18 allo Spazio Matta

Continua a leggere...
Cover Story Cover Story

Mercadante Truck, la forza di una famiglia da 92 anni

Scopri di più...