Instagram Facebook Youtube #abruzzoimpresa
AccediAccedi

Palazzetto Toccaferro, al via alla nuova realtà del gruppo di ristoranti

Il Ceo del Gruppo Toccaferro Daniele Capperi: “Questo è un traguardo molto importante per me e per i miei collaboratori“. All’interno della struttura, dietro l’Università di Pescara, ci saranno: un nuovo ristorante, gli uffici, una scuola di formazione, i magazzini e la logistica ed un’ampia area esterna

a cura della redazione

La crescita esponenziale del brand Toccaferro non si arresta, anzi. E' stato inaugurato venerdì, con un bagno di folla, l’ultimo progetto del brand, il Palazzetto Toccaferro a Pescara. Si tratta del quartiere generale del Gruppo che comprende gli uffici, i magazzini, un nuovo Toccaferro e una scuola di formazione.

Daniele Capperi, fondatore di Toccaferro, 40 anni, laureato in Economia Aziendale, in soli nove anni di lavoro ha creato Fattoria Toccaferro che vanta oggi quattro ristoranti in Abruzzo, uno a Roma e il sesto in arrivo a luglio sempre a Roma. Poi c’è Quebracho a Pescara, uno spin-off che fa dell’experience del cliente la sua firma.

“Tutto è iniziato nel 2011 – ha raccontato ieri ai giornalisti Daniele Capperi- con il mio primo locale il Link che poi diventò il primo Toccaferro nel 2015, poi aprii nel 2017 in centro a Via Firenze e da quel momento non mi sono più fermato. Oggi con Palazzetto Toccaferro raggiungo un importante traguardo per me e per tutto il Gruppo”.

Tradizione e prodotti di qualità di questo territorio sono state, sin dall’inizio, le carte vincenti del brand Toccaferro. Questa filosofia ha spinto il Gruppo ad affidarsi ad una filiera corta e orientata al km 0, che garantisce al cliente di trovare in ogni ristorante Toccaferro prodotti sempre freschi e controllati dai sapori tradizionali.

Il Palazzetto Toccaferro che si trova in via Falcone e Borsellino segna una nuova era per C. Lounge (il nome della società). Parliamo di oltre 1000 metri quadrati su 5 livelli più gli spazi esterni e un ampio parcheggio, il tutto a pochi metri dove il brand ha preso vita; il focus resta qualità, autenticità e radici. “Ci sono gli uffici direzionali, -ha detto l’imprenditore - un centro di stoccaggio, un nuovo Toccaferro con spazio dedicato ai più piccoli sia interno che esterno come c'è a Città Sant’Angelo e a Roma, un servizio in più dedicato alle famiglie e una terrazza. Uno spazio pensato anche per i miei collaboratori che qui lavorano in un ambiente accogliente e iper tecnologico”. Sì perché un altro aspetto importante di Palazzetto Toccaferro è proprio la tecnologia e l’innovazione, tutto qui è gestito da un sistema domotico per far stare meglio i clienti e chi ci lavora.

Oggi il Gruppo conta 188 dipendenti, 35 aziende leader, 6 ristoranti, 5 prossime aperture entro i prossimi due anni e quasi mezzo milione di coperti l’anno.

“Il quartier generale -ha spiegato l’imprenditore- sarà il fulcro strategico che consente una gestione più efficace della rete di ristoranti esistente e la pianificazione e operatività delle future aperture. Sarà un luogo dove apprendere nuove skills, perfezionare la tecnica, evolvere le competenze. In altre parole, dove si tramanda la tradizione ma in maniera innovativa”.

Il progetto formativo “Toccaferro Didattica” ha l’ambizione di essere riconosciuto a livello regionale come istituto di formazione professionale. La costituzione di corsi di cucina accreditati sarà aperta sia a chi aspira a intraprendere una carriera nel settore gastronomico sia a chi desidera approfondire le proprie competenze culinarie per passione. “La parte di didattica inizierà a settembre. –ha spiegato Capperi-, la nostra offerta formativa spazierà dai corsi base ai programmi avanzati, progettati per formare nuove generazioni di chef, personale di sala, pizzaioli, bracisti e posizioni manageriali nell’horeca. E naturalmente la formazione continua dei miei collaboratori che è la chiave per mantenere sempre lo standard di eccellenza”.

Ieri uno spazio importante è stato riservato alla solidarietà. Daniele Capperi ha scelto di dedicare questo traguardo alle nipotine Greta e Ginevra nate premature, ed ora in salute, grazie al reparto di terapia intensiva neonatale dell’Ospedale Santissima Annunziata di Chieti. “Per esprimere la mia gratitudine –ha detto il Ceo- al personale medico ho deciso di fare una donazione alla Onlus “Speranza Attiva” per supportare il reparto all’acquisto di macchinari indispensabili all’aiuto dei piccoli nati prematuri. La serata di ieri è stata l’occasione per invitare tutti i miei ospiti a fare una donazione alla Onlus. È questo il regalo più bello che possano farmi per iniziare insieme questa mia nuova ed avvincente avventura”. Presenti all’incontro con la stampa anche il sindaco di Pescara Carlo Masci, Lorenzo Sospiri, presidente del Consiglio regionale d’Abruzzo, il Professor Diego Gazzolo, direttore del reparto di terapia intensiva neonatale e Denise Tomaiuolo, una rappresentante della Onlus.

Dopo l’incontro con la stampa, si è svolto il tradizionale taglio del nastro con le autorità e poi è iniziata la festa con l’intrattenimento degli artisti Vincenzo Olivieri e il gruppo Scena Muta. Daniele durante la serata ha voluto ringraziare tutti: “Il mio grazie va a voi che stasera siete qui, la mia famiglia, i miei collaboratori, i partner, gli amici, i clienti e tutti coloro che hanno reso questo sogno realtà”.

 

 

 

Continua a leggere in Focus...

Francesco Simeti è l'artista protagonista della quarta edizione del Masciarelli Art Project

Invitato da Marina Cvetic e la figlia Miriam Lee Masciarelli, l’artista ha dato origine ad...

Continua a leggere...

Il Mercato del Pane riconferma i Tre Pani della prestigiosa guida Gambero Rosso

Considerato tra i migliori forni d’Abruzzo, Mercato del Pane rinnova l’arte della...

Continua a leggere...

Turismo delle radici, Terramàne promuove l'incontro speciale di due italo americani

Terramàne, Colline Verdi d'Abruzzo, in occasione del suo 1° compleanno, ha voluto sostenere un...

Continua a leggere...
ABRUZZO IMPRESA è il portale online che racconta quotidianamente il mondo dell'imprenditoria abruzzese. Questa testata giornalistica nasce nel 2006 in versione cartacea con lo scopo di raccontare attraverso interviste e approfondimenti l'economia abruzzese. Il vero grande valore aggiunto di questa nuova scelta editoriale è la Web Tv di ABRUZZO IMPRESA che permette ad imprenditori e manager di esporre le loro storie. I canali Facebook, Instagram e Linkedin sono lo strumento di espansione del sito ufficiale che vede nell'ipertestualità una importante via di sviluppo.
Fabio De Vincentiis
Editore
Eleonora Lopes
Direttore Responsabile
Gianluigi Tiberi
Coordinatore web-tv
La Redazione