Instagram Facebook Youtube #abruzzoimpresa
AccediAccedi

Nasce in Abruzzo il progetto sui kNFT

Si chiama WINESIS e coinvolge il mondo del vino, il progetto attraverso cui si potrà essere protagonisti nei settori legati agli investimenti digitali

a cura di Davide De Vincentiis

In un mondo che, nonostante l’emergenza sanitaria e il conflitto russo-ucraino, cambia molto velocemente, si trasformano anche i settori degli investimenti, del collezionismo e delle scommesse profittevoli: un progetto nato in Abruzzo e costruito sul blockchain Ethereum, ha portato gli NFT, acronimo per “non fungible tokens”, cioè le risorse che possono essere create, archiviate e vendute da una persona utilizzando i blockchain, ad essere protagonisti nel mondo dell’arte digitale, del collezionismo e degli investimenti enoici.

D'altronde, in questi due anni contrassegnati dalla pandemia, la finanza decentralizzata è cresciuta esponenzialmente, come testimonia la vertiginosa crescita delle criptovalute.

L’idea lanciata da WINESIS, che fa parte del mondo delle collezioni digitali, riguarda i kNFT, dove “k” sta per “konnesso”, indicando il collegamento tra un NFT digitale e un prodotto reale, come il Montepulciano d'Abruzzo, già commercializzabile nel mercato digitale. WINESIS kNFT consente lo scambio di mille bottiglie di vino NFT rare, con elementi unici come il logo in oro, ognuna caratterizzata da diverse pietre preziose e colori, e collegata con un QR code sul tappo per il collegamento ad un NFT.

Acquistando un NFT WINESIS, l’acquirente riceve: accesso a un mercato commerciale a prova di frode; la possibilità di mostrare la sua cantina, sia digitale sia reale; una bottiglia di vino abbinata ad un QR code che rende unico l’oggetto; la possibilità di vincere la ‘chiave privata' che sblocca uno dei tre tesori disponibili contenenti almeno 50.000 dollari ciascuno e due fondi di liquidità garantiti per cinque anni che aumentano di valore ad ogni compravendita di NFT, pertanto il valore dell’NFT e della bottiglia non scenderà mai.

Tale progetto fornisce il business NFT attualmente più innovativo disponibile non solo per investitori e collezionisti professionisti, ma per tutti coloro che cercano di coronare il sogno di arricchirsi.

L’argomento sembra richiedere una descrizione su come viene valutato un progetto NFT: nel momento in cui si scrive, il mercato online OpenSea è il più grande luogo di compravendita per gli NFT, forte dei suoi oltre quattro milioni di asset in vendita, numero in costante crescita.

Pertanto, per comprendere se gli NFT avranno un valore anche a medio-lungo termine, bisognerà considerare i seguenti parametri: Rarità, il pezzo d’arte/progetto è altamente desiderato e desiderabile o è un’offerta limitata? Utilità, il progetto NFT ha un uso al di fuori di essere esclusivamente un’opera d’arte digitale? E Unicità, l’arte/progetto è unico o segue la stessa formula a 8 bit che si vede dappertutto?

Ogni cliente, infine, può essere coinvolto anche nella filantropia: donando il 5% iniziale + l’1% di ogni vendita, si aiuterà un’organizzazione senza scopo di lucro dedicata alla riduzione senza scopo di lucro focalizzata sulla riduzione dell’abuso di alcool e sulla promozione della comprensione del bere responsabile.

Ideatori e curatori del progetto sono :  il Ceo Simone Poliandri, il Cto Giannicola De Antoniis e l'HR / PR Director Giammarco Giovannelli. Un progetto innovativo di un team di abruzzesi che, nel nome, vede la crasi delle parole inglesi “wine”, la bevanda alcolica a base di uva e “genesis”, allusione al concetto di origine.

«L'idea nasce dall'amore e la passione per la nostra terra - ci racconta Simone Poliandri, il CEO di Winesis- le nostre tradizioni. Il vino è una parte integrante della cultura italiana ed abruzzese, ed è un grande ambasciatore di nuove opportunità. Questo progetto nasce per onorare i tanti tesori tangibili (uno è il vino) e intangibili di cui disponiamo, come la curiosità, la pazienza, il supporto, lo spirito d'iniziativa, le risate che condividiamo nel nostro team, etc... che ci abbiamo messo.Quando siamo insieme nascono tante nuove possibilità. Questa ne è solo una. Speriamo di crescere e diventare sempre più numerosi».

 

Continua a leggere in Focus...

Ad Academy ForMe il nuovo corso per cuoco con gli chef stellati

A settembre al via a Chieti il corso “Diventa cuoco con le stelle abruzzesi”. Tra i docenti...

Continua a leggere...

Sperlari ricorda Pietro Barabaschi, figlio del fondatore di Saila

Saila guarda con fiducia al futuro, pochi mesi fa il ritorno in pubblicità in tv

Continua a leggere...

Futura, il ristorante che a Chieti mancava

Alla guida c’è Alessandra Di Paolo, giovane chef e proprietaria che propone, in un bellissimo...

Continua a leggere...
ABRUZZO IMPRESA è il portale online che racconta quotidianamente il mondo dell'imprenditoria abruzzese. Questa testata giornalistica nasce nel 2006 in versione cartacea con lo scopo di raccontare attraverso interviste e approfondimenti l'economia abruzzese. Il vero grande valore aggiunto di questa nuova scelta editoriale è la Web Tv di ABRUZZO IMPRESA che permette ad imprenditori e manager di esporre le loro storie. I canali Facebook, Instagram e Linkedin sono lo strumento di espansione del sito ufficiale che vede nell'ipertestualità una importante via di sviluppo.
Fabio De Vincentiis
Editore
Eleonora Lopes
Direttore Responsabile
Gianluigi Tiberi
Coordinatore web-tv
La Redazione