Instagram Facebook Youtube #abruzzoimpresa
AccediAccedi

Spumantitalia, a Pescara il festival della bollicina italiana

La kermesse, che mette al centro il sistema spumantistico italiano, è stata organizzata da Bubble’s Italia, in collaborazione con il Consorzio di Tutela dei Vini d’Abruzzo, il Comune di Pescara, Andrea Zanfi Editore, Aliante Business Solution, ABS Wine & Spirits e Assoenologi

a cura di Eleonora Lopes

Dopo il successo dell’edizione zero del 2019, con Spumantitalia Pescara torna ad essere per quattro giorni, la capitale della bollicina.

Organizzato da Bubble’s Italia, in collaborazione con il Consorzio di Tutela dei Vini d’Abruzzo, il Comune di Pescara, Andrea Zanfi Editore, Aliante Business Solution, ABS Wine & Spirits e Assoenologi, il Festival Nazionale Spumantitalia si conferma come momento unico di riflessione e confronto sul sistema spumantistico italiano e punto di riferimento sullo stato dell’arte degli Spumanti Metodo Classico e Metodo Italiano nonché sui vini effervescenti prodotti con metodo ancestrale, ponendo l’attenzione sulle peculiarità, l’evoluzione e l’interesse dei mercati.

L’intenso programma della manifestazione, svoltasi gli scorsi 23, 24, 25, 26 gennaio ha avuto il suo quartier generale all’Hotel Esplanade sulla riviera pescarese.

Presenti al Festival ben 8 Consorzi Italiani: Consorzio dei vini d’Abruzzo, Prosecco DOC, Garda DOC, Asti e D’Acqui DOCG, Lambrusco DOC, Consorzio vini del Sannio, Consorzio Durello Monte Lessini, che si sono ritrovati a Pescara per discutere sui temi che interessano il settore spumantistico italiano e per far degustare la loro produzione enologia agli appassionati dell’effervescenza.

Oltre alle degustazioni e alle masterclass, anche un ricco programma di talk show che è iniziato venerdì con il convegno “Viticoltura 4.0”, dedicato al cambiamento dell’agricoltura in relazione ai mutamenti del clima, ai mercati e ai consumatori, chiedendosi se la scienza e la tecnologia giocheranno un ruolo fondamentale in questa trasformazione. Poi è seguito quello dal titolo “Esperienze a confronto”: un dialogo tra territori di storica identità spumantistica e nuove aree di produzione con la partecipazione dei rappresentanti di Franciacorta, Prosecco, Conegliano Valdobbiadene, Monti Lessini, Garda, Alta Langa, Asti, Abruzzo, Sicilia e Puglia che hanno raccontato le loro esperienze. E al termine della giornata si è svolto quello dal titolo “Il patrimonio culturale del territorio come elemento di sostegno alla comunicazione aziendale” che si è rivelato un’occasione per porre l’accento sugli elementi culturali, la loro importanza, la loro creazione e le modalità di utilizzo nell’ambito del marketing e della comunicazione aziendale.

Al festival hanno partecipato operatori del settore, produttori e giornalisti che si sono confrontati in un intenso calendario con ben 11 masterclass e 6 talk show e che si è concluso domenica con i banchi d’assaggio delle deliziose bollicine.

Serata d’eccezione è stata quella di venerdì 24 gennaio durante la quale si è svolta la cena di gala che ha visto premiate da bubble’s magazine alcune aziende produttrici che si sono distinte non solo per qualità delle loro bolle, ma per il valore aggiunto che rappresentano nel territorio in cui operano e per l’innovazione che perseguono. Questi sono stati solo alcuni dei criteri che hanno consentito al gruppo operativo del magazine di stilare un elenco di aziende che di anno in anno verranno seguite e valutate. II riconoscimento le vedrà inserite nella prestigiosa carta dei vini denominata “Ambasciatori del Brindisi italiano 2020”.

Durante la serata di gala gli ospiti presenti hanno festeggiato con un tintinnio di bicchieri e di effervescenza con oltre 100 etichette. “E’ stato un brindisi Italiano – ha affermato Andrea Zanfi, organizzatore dell’evento- che ha voluto innalzare l’idea stessa dell’eccellenza qualitativa degli spumanti nazionali a una più alta cognizione culturale e di identità che gli stessi rappresentano per l’Italia. Il Festival Nazionale Spumantitalia – ha continuato Zanfi - ha sposato l’iniziativa del magazine dando spazio alla cerimonia al quale hanno partecipato le cantine premiate e tutti gli appassionati del settore per un grande brindisi all’effervescenza italiana.”

Fra i premiati Vittorio Moretti, Giorgio Soldati, Riccardo Cotarella e la Famiglia Gancia, oltre a Maurizio Zanella e Mattia Vezzola. Un riconoscimento speciale attivato è quello dedicato al Consorzio di Tutela della DOC Prosecco e Consorzio Tutela Vini Lessini Durello mentre il “Premio Francesco Scacchi” è stato assegnato alla più innovativa azienda spumantistica italiana che è stata indicata con quella di Salvatore Murana di Pantelleria.

Il riconoscimento L’ inizio e il quotidiano, poi la storia” è stato consegnato a Girolamo d’Amico, Louis Rapini, Ulrico Priore a Mario Pojer. Il Premio Gerolamo Conforto” è andato a Josef Reiterer e Franco Adami. Altro premio innovativo del Festival è stato Il frutto nel bicchiere” che se lo è aggiudicato l’enologo Tonino Guzzo.

Un brindisi italiano unico che è stato accompagnato dalle produttrici abruzzesi dell’Associazione Donne del Vino come madrine della serata.

Durante la giornata di sabato si sono svolti i talk show: “L’evoluzione dell’export per saper affrontare precarietà e nuove sfide”, “Cina: il mercato del futuro – Tra sfide e opportunità”, e “Gli spumanti nell’era digitale”.

La seconda edizione di Festival Spumantitalia si è conclusa domenica. Un appassionante viaggio nell’Italia delle bollicine, con la regia di Andrea Zanfi, che ha visto la partecipazione, tra gli altri, dell’assessore all'Agricoltura della Regione Abruzzo Emanuele Imprudente, del presidente del Consorzio Tutela dei Vini D'Abruzzo Valentino Di Campli, di Lamberto Gancia, Vincenzo Russo, professore dell'Università IULM di Milano e dell’ Università La Sapienza di Roma, Bruno Vespa, il presidente, Stefano Zanette, e il direttore, Luca Giavi, del Consorzio Prosecco DOC, Stefano Ricagno, vice presidente del Consorzio D'Asti, il direttore del Consorzio Oltrepò Pavese Carlo Veronese, il direttore del Consorzio del Durello Aldo Lorenzoni e Giampietro Comolli.

L’appuntamento è per gennaio 2021 per la terza edizione che vedrà l’apertura alla spumantistica internazionale con la presenza di aziende francesi e spagnole.

Continua a leggere in Eventi & Convegni...

La Transumanza al centro della VI edizione di Meet in Cucina

Al congresso regionale dei cuochi abruzzesi hanno partecipato i nostri chef emigrati in altre...

Continua a leggere...

“Riviera del sole”: presentato alla BIT il nuovo strumento per il turismo abruzzese

Grande successo alla Borsa Internazionale del Turismo a Milano per lo strumento scelto da...

Continua a leggere...

“Adeguata gestione d’Impresa e sistemi di allerta”

Questo il tema del convegno rivolto a imprenditori e professionisti e organizzato dalla...

Continua a leggere...
ABRUZZO IMPRESA è il portale online che racconta quotidianamente il mondo dell'imprenditoria abruzzese. Questa testata giornalistica nasce nel 2006 in versione cartacea con lo scopo di raccontare attraverso interviste e approfondimenti l'economia abruzzese. Il vero grande valore aggiunto di questa nuova scelta editoriale è la Web Tv di ABRUZZO IMPRESA che permette ad imprenditori e manager di esporre le loro storie. I canali Facebook, Instagram e Linkedin sono lo strumento di espansione del sito ufficiale che vede nell'ipertestualità una importante via di sviluppo.
Fabio De Vincentiis
Editore
Eleonora Lopes
Direttore Responsabile
Gianluigi Tiberi
Coordinatore web-tv
La Redazione