Instagram Facebook Youtube #abruzzoimpresa
AccediAccedi

All’Aquila l’economia che va nello spazio si confronta

Con l’iniziativa “Space Economy: ruolo strategico per il territorio”, Confindustria L’Aquila ha rifocalizzato l’attenzione su un settore tanto particolare quanto fondamentale per l’economia abruzzese: l'aerospazio

Laura Tinari

Con tre mosse L’Aquila e l’Abruzzo sono entrate nello spazio: tre missioni vedono e vedranno nei prossimi anni protagoniste aziende con sede nei nostri territori alla ricerca di tracce di vita su Marte a due metri di profondità con la missione ExoMars, con l’esplorazione su Mercurio con quella Esa e infine con il lancio per la missione Prisma dell’Agenzia Spaziale Italiana. A guidare questi progetti sono Leonardo, Thales Alenia Space e Telespazio, ma dietro di loro ci sono le piccole e medie imprese “dello spazio” che tra L’Aquila, Avezzano e Carsoli hanno sede.

Un’industria che come ha sottolineato il presidente di Confindustria L’Aquila,Marco Fracassi, vale 35 miliardi di dollari con grandi prospettive di moltiplicazione. Con lui ad aprire la tavola rotonda il sindaco del capoluogo, Pierluigi Biondi, mentre al dibattito hanno preso parte i manager delle tre multinazionali, la rettrice dell’Ateneo aquilano, Paola Inverardi, e il rettore del GSSI, Eugenio Coccia.

Creare una squadra con istituzioni, grandi gruppi industriali, pmi e centri di ricerca e università è fondamentale perché l’industria aerospaziale funzioni” ha esordito Giovanni Del Maestro, chief technical officer Italia di Leonardo.

A seguire il direttore di Telespazio, Gianni Riccobono, ha raccontatogli inizi del centro spaziale del Fucino “Da quando Telespazio è stato inaugurato nel 1963 ha sempre continuato a crescere e sicuramente la visione di quegli ingegneri visionari, che pensarono che un satellite potesse essere utilizzato per comunicare, fu geniale. A Telespazio abbiamo sempre dominato il cambiamento cercando di sapere cosa ci sia domani e essere sempre pronti, sempre i primi e mai superati, come nelle missioni spaziali COSMO SkyMed e Galileo”.

Fabio Occhioni, direttore di produzione dello stabilimento aquilano di Thales Alemnia Space ha ricordato che l’Italia dopo gli USA è stato il primo Paese a lanciare un satellite. “I progetti nascono dallo sviluppo e dalla volontà dell’azienda” anche nel suo intervento è tornato centrale la collaborazione con le istituzioni. “La sinergia pubblico/privato - ha sottolineato Occhioni - dà una marcia in più per cambiare le cose e fare sistema. Bisogna sempre mantenere una strategia politica, industriale e di territorio, perché non ci si può fermare, l’eccellenza si raggiunge e si mantiene. Con i progetti in cui le grandi sono capofila si danno opportunità alle pmi del territorio e si aiutano queste aziende a crescere e a competere nel panorama mondiale. Noi portiamo l’Abruzzo non solo in Europa ma nel mondo a vendere i propri prodotti. Non è facile fare sistema ma la strada della Space Economy prenderà la giusta direzione solo remando tutti insieme”.

Per la rettrice Inverardi, “la disponibilità di talenti è fondamentale perché un’azienda decida di insediarsi in un territorio. Ma come si crea la massa critica di talenti per affrontare le sfide? Dobbiamo capire anche come si mettono in campo iniziative congiunte per la formazione. Come territorio possiamo essere molto più attrattivi nei confronti del bacino romano, che appare più dispersivo. Invito le imprese ad avere lo sguardo lungo e capire le direttrici di sviluppo del territorio”.

A chiudere il pomeriggio di lavoro il presidente vicario della Regione Abruzzo, Giovanni Lolli, “Pensare a un futuro senza sviluppo industriale è follia, ma bisogna integrare i grandi sistemi con le piccole e medie imprese per creare nuove opportunità di sviluppo e lavoro”. Così sulla Space Economy, che la Regione ha ritenuto essere una strategia di specializzazione intelligente, uno dei 5 asset principali, ha investito 10 milioni di cofinanziamento rispetto ai bandi in essere, una scelta, come Lolli ha specificato, dettata proprio dal fatto che sul territorio regionale insistono già grandi eccellenze nel campo dello spazio e della difesa.

Continua a leggere in Eventi & Convegni...

Lo Studio Gargano di Pescara si aggiudica il premio “Le Fonti Awards”

Questo riconoscimento seleziona le realtà professionali con alti profili di leadership e...

Continua a leggere...

"Mezza maratona dell'Aquila - Città del mondo", buona la prima!

La prima edizione è stata organizzata da Atleticom Asd. Sono giunti al capoluogo, 1.500 i...

Continua a leggere...
Cover Story Cover Story

Mercadante Truck, la forza di una famiglia da 92 anni

Scopri di più...
ABRUZZO IMPRESA è il portale online che racconta quotidianamente il mondo dell'imprenditoria abruzzese. Questa testata giornalistica nasce nel 2006 in versione cartacea con lo scopo di raccontare attraverso interviste e approfondimenti l'economia abruzzese. Il vero grande valore aggiunto di questa nuova scelta editoriale è la Web Tv di ABRUZZO IMPRESA che permette ad imprenditori e manager di esporre le loro storie. I canali Facebook, Instagram e Linkedin sono lo strumento di espansione del sito ufficiale che vede nell'ipertestualità una importante via di sviluppo.
Fabio De Vincentiis
Editore
Eleonora Lopes
Direttore Responsabile
Gianluigi Tiberi
Coordinatore web-tv
La Redazione