Instagram Facebook Youtube #abruzzoimpresa
AccediAccedi

Viva la Vite, gli artigiani del vino in mostra all’Aurum

Due giorni di degustazioni, laboratori dedicati alle eccellenze italiane ed europee

di Marcella Pace

Un viaggio tra le eccellenze italiane ed europee del vino artigianale. Anche quest’anno l’Aurum di Pescara ha ospitato Viva la Vite – Artigiani del vino, la prima fiera-mercato d’Abruzzo, tra le prime regioni in Italia per produzione e consumo di vino. Un appuntamento che offre la possibilità ad esperti del settore o semplici curiosi di scoprire e acquistare direttamente in fiera (al dettaglio) i prodotti degustati. La fiera, giunta alla sua seconda edizione, organizzata dall’associazione Culturale Viva la Vite e patrocinata dal Comune di Pescara, assessorato alle Attività Produttive.

«La fiera si ripromette di diventare punto di riferimento per gli operatori del settore e gli appassionati – spiegano gli organizzatori Giorgia Brandimarte, Carlos Casasanta e Giuseppe Maria Zolfo, imprenditori e professionisti del settore – e si dedica con particolare attenzione alla valorizzazione delle aziende che operano con onestà e trasparenza, nel rispetto della natura e dei suoi cicli, esprimendo, ognuna a suo modo, i diversi terroirs, al fine di accrescerne il prestigio e di creare prospettive di sviluppo economico per le aree a particolare vocazione vinicola, la visita e la valorizzazione dei luoghi di produzione. Hanno esposto imprenditori locali e provenienti da diverse regioni d’Italia: la due giorni seleziona le aziende che seguono direttamente tutte le fasi produttive, dalla coltivazione della vite all’imbottigliamento, che utilizzano solo uve proprie o acquistate nello stesso territorio, con particolare attenzione a quelle che non utilizzano prodotti chimici di sintesi, erbicidi, funghicidi, sistemici ed organismi manipolati geneticamente, che fanno un utilizzo consapevole dell’anidride solforosa SO2 e che non utilizzano elementi esogeni che possano distogliere la rappresentatività di un terroir».

«Siamo lieti che l’Aurum torni a fare da prestigiosa vetrina dei prodotti di qualità – ha sottolineato l’assessore alle Attività produttive Giacomo Cuzzi – . Si tratta di una missione che condividiamo, quella di promuovere tutti i talenti del territorio, e che abbiamo messo in pratica in ogni nostro evento, nonché nell’ambito delle opere di riqualificazione e riorganizzazione dei nostri mercati, rionali e coperti. La due giorni è una seconda edizione, sintomo che la manifestazione ha avuto successo l’anno scorso, l’Aurum torna ad essere contenitore non solo dei prodotti locali e nazionali, ma anche delle storie che l’enogastronomia e racconta attraverso la sua economia e Pescara si riconfermerà come una felice vetrina attraverso l’evento».

 Tanti gli eventi collaterali organizzati, come i laboratori dedicati allo Champagne, ai vini della Loira, a olio, zafferano e cioccolata.

Continua a leggere in Nonsoloimpresa...

I contadini volanti (e altri eroi)

Con una mostra fotografica sull’agricoltura eroica, da Pantelleria alla Costiera Amalfitana, da...

Continua a leggere...

I bimbi teramani insieme con un libro per l'Unicef

Younicef, la sezione giovani del Comitato Provinciale dell’Unicef di Teramo, ha organizzato, in...

Continua a leggere...

Dove volano gli asini, il primo romanzo della giornalista pescarese Federica Fusco

La presentazione avrà luogo a Pescara, sabato 24 novembre alle 18 allo Spazio Matta

Continua a leggere...
Cover Story Cover Story

Mercadante Truck, la forza di una famiglia da 92 anni

Scopri di più...