Instagram Facebook Youtube #abruzzoimpresa
AccediAccedi

Presentato a Treglio il nuovo centro sportivo del Lanciano Calcio 1920

Il presidente De Vincentiis: «Questo progetto è frutto di un investimento importante da parte della società, stiamo parlando di 280.000 euro per la realizzazione totale entro 36 mesi»

A cura della redazione

Si è svolta ieri mattina, nella sala consiliare del Comune di Treglio, la presentazione sul nuovo centro sportivo del Lanciano Calcio 1920 che sorgerà nell’area dell’attuale campo da gioco “Massimo Gargarella”. A moderare la conferenza stampa di presentazione Marco Abbonizio, responsabile della comunicazione del Lanciano Calcio. Sono intervenuti: il sindaco di Treglio Massimiliano Berghella, il dg del Lanciano Giancarlo Micolucci, il responsabile relazioni esterne del Lanciano Fabio Lombardi ed il presidente frentano Fabio De Vincentiis.

Tra i temi messi a fuoco ci sono la forte spinta sociale del progetto, che darà l’opportunità di usufruire del centro sportivo ai ragazzi del settore giovanile e della scuola calcio del Lanciano, oltre che la squadra del Treglio e la squadra dei ragazzi di “Lanciano Special”, ragazzi con disabilità intellettive. La riqualificazione di un’area che ad oggi versa in uno stato di semi-degrado: l’area verrà resa moderna con il campo che presenterà un terreno in erba naturale; al suo fianco sorgerà un campo di calcio a 5; gli spogliatoi verranno ampliati con un’area polivalente di 180 metri quadrati, e si accederà ad essi passando per  un viale che verrà riqualificato ai lati del quale sorgeranno i parcheggi per dirigenti e tecnici, oltre al parcheggio centrale che si troverà nel piazzale antistante il centro sportivo. I lavori più urgenti saranno completati entro 12 mesi, mentre per il progetto completo ci vorranno circa 36 mesi. Altrettanto importanti saranno gli scenari che si apriranno nel futuro, che renderanno quest’area un fiore all’occhiello dell’Abruzzo e dell’Italia intera.

Il sindaco di Treglio Massimiliano Berghella ha posto l’accento sugli ottimi rapporti che legano il Comune di Treglio e la società rossonera, sottolineando l’utilità e l’importanza di questo centro sportivo: «Siamo pronti -ha detto- come paese ad accogliere questo meraviglioso progetto; il Lanciano è una grandissima realtà che deve tornare in poco tempo ad essere un punto di riferimento per il territorio, senza ripetere gli errori fatti in passato, con umiltà e dedizione, e questo centro sportivo sarà uno dei simboli di tutto questo».

A ripercorrere le tappe principali di questa prima stagione è stato invece il direttore Giancarlo Micolucci: «Nell’anno zero - ha affermato- sono state fatte grandi cose, i risultati sul campo sono stati eccellenti, con una prima squadra che ha vinto in maniera trionfale il campionato di Prima Categoria, gli Allievi e i Giovanissimi che si apprestano a disputare dei campionati regionali, un numero di tesserati straordinariamente importante: circa 350 in totale di cui oltre 250 provenienti da settore giovanile ed SGS, che puntiamo ad incrementare sempre di più; oltre a tutte le iniziative fatte a livello territoriale, con una presenza assidua ed un’apertura verso la gente che devono essere l’emblema dei colori rossoneri».

Il responsabile Relazioni Esterne del Lanciano Fabio Lombardi si è soffermato sulle ragioni e sugli scopi del progetto: «Fin dal primo momento -ha spiegato- il Presidente era convinto che per fare calcio in maniera importante fosse indispensabile il potenziamento delle strutture, specie per quanto riguarda il settore giovanile, che punta a diventare il fiore all’occhiello della zona e della regione nel giro di poco tempo. Questo centro sportivo sarà uno strumento essenziale per lo sviluppo dei nostri giovani fino alla prima squadra, e puntiamo a creare attraverso questo una struttura ancora più solida per avanzare nelle varie categorie».

A chiudere, il presidente rossonero Fabio De Vincentiis che ha spiegato i dettagli del progetto sopraelencati, e analizza nel particolare la sua realizzazione: «Questo progetto -ha concluso- è frutto di un investimento importante da parte della società, stiamo parlando di 280.000 euro per la realizzazione totale entro 36 mesi. La prima tranche di lavori dovrebbe chiudersi entro un anno, in modo da poter iniziare a sviluppare fin da subito i nostri ragazzi in questo centro sportivo: non abbiamo tempo da perdere. È chiaro che quando si parla di determinate cifre è impossibile pensare che ci si fermi qui; un passo alla volta faremo grandi cose per questi colori e per questo territorio: ci sono già molti progetti in ballo che realizzeremo man mano nel corso degli anni in modo da avere una struttura imponente a medio-lungo termine».

Continua a leggere in Nonsoloimpresa...

I contadini volanti (e altri eroi)

Con una mostra fotografica sull’agricoltura eroica, da Pantelleria alla Costiera Amalfitana, da...

Continua a leggere...

I bimbi teramani insieme con un libro per l'Unicef

Younicef, la sezione giovani del Comitato Provinciale dell’Unicef di Teramo, ha organizzato, in...

Continua a leggere...

Dove volano gli asini, il primo romanzo della giornalista pescarese Federica Fusco

La presentazione avrà luogo a Pescara, sabato 24 novembre alle 18 allo Spazio Matta

Continua a leggere...
Cover Story Cover Story

Mercadante Truck, la forza di una famiglia da 92 anni

Scopri di più...