Instagram Facebook Youtube #abruzzoimpresa
AccediAccedi

Ninetto, l'erede dello storico torrone Fratelli Nurzia, ci ha lasciato

E' morto Ulisse Nurzia, con la sua famiglia portava avanti lo storico brand del torrone aquilano. E' stato uno dei protagonisti più significati della storica economia e commerciale dell'Aquila

a cura della redazione

La storica dinastia aquilana del torrone perde uno dei suoi protagonisti: è morto Ulisse "Ninetto" Nurzia. Abruzzo Impresa aveva dedicato a lui e alla sua famiglia, che porta avanti con successo il marchio del torrone Fratelli Nurzia, la copertina n. 49 nel 2010.

Dopo la separazione con Sorelle Nurzia, Ninetto aveva portato avanti la tradizione del torrone nel laboratorio di piazza Duomo, nel retro della storica caffetteria, punto di ritrovo per cittadini e turisti; spazio ora in ricostruzione post terremoto ma che presto riaprirà. Ninetto lascia la moglie Giuliana, i figli Natalia e Francesco e la nipotina Maria.

La nostra redazione di Abruzzo Impresa stringe in un abbraccio tutta la famiglia che ha avuto il piacere di conoscere proprio in occasione della realizzazione della copertina di qualche anno fa.

 

Messaggi di cordoglio dalla Città

"La scomparsa del nostro amato e, per noi da sempre "Ninetto", lascia nei nostri cuori un vuoto enorme compensato dal vivo ricordo della sua azione imprenditoriale e della sua rara umanità, che ha donato anche alla nostra Città, oltre che alla sua azienda, notorietà in tutto il mondo per la specialità inventata da suo padre Ulisse, autentico pioniere del torrone morbido aquilano. – Si legge in una nota di cordoglio della Confcommercio L'Aquila -. È venuto a mancare all'affetto dei suoi familiari, al mondo produttivo della nostra Città e del nostro Paese Ninetto Nurzia storico erede di una delle più antiche e conosciute tradizioni artigianali che da tantissime generazioni opera a L'Aquila nel cuore del capoluogo in Piazza Duomo. A tutta la Famiglia Nurzia vanno per questo i nostri più sentiti sentimenti di cordoglio per la perdita di uno dei più noti protagonisti della vita economica e sociale, ricordando il suo perenne sorriso, la sua bonomia e la vena scherzosa ed a volte sferzante del suo relazionarsi quotidiano con tutti". 

 

"Un altro pezzo dell’Aquila genuina e operosa, quella fatta di persone che hanno caratterizzato e scandito le giornate di intere generazioni ci ha lasciato. Di Ulisse, ma tutti lo chiamavano Ninetto, Nurzia, mancheranno, la gentilezza e i sorrisi, le sferzanti battute e la sua ironia che venivano serviti insieme al caffè insieme all’inmancabile pezzettino di torrone. Alla moglie Giuliana, ai figli Natalia e Chicco e alla famiglia Nurzia tutta le più sentite condoglianze personali e a nome della municipalità aquilana", il messaggio del sindaco dell'Aquila, Pierluigi Biondi.

 

Continua a leggere in Storie & Persone...

L’aquilano Alessandro Rivera nuovo direttore generale del Ministero del Tesoro

Oltre l’orgoglio e la soddisfazione di una terra che esprime grandi personalità, la nomina di...

Continua a leggere...

Giammaria de Paulis è il nuovo Presidente dei volontari teramani dell'UNICEF

Il giovane imprenditore teramano eredita un'Associazione particolarmente attiva per guidarla nei...

Continua a leggere...
Cover Story Cover Story

Mercadante Truck, la forza di una famiglia da 92 anni

Scopri di più...