Instagram Facebook Youtube #abruzzoimpresa
AccediAccedi

Botteghe di Mestiere aperte per imparare tra tradizione e innovazione

 

di Marcella Pace

Il mondo del vino, quello del mobile e dell’artigianato artistico, passando per la grande distribuzione e per l’automotive. Sono i grandi settori traino dell’economia regionale di oggi ma anche del passato, scelti per uno degli ultimi progetti della Regione Abruzzo in materia di lavoro. Con “Botteghe di Mestiere e dell’Innovazione” circa 170 giovani abruzzesi under 35, disoccupati, che non studiano e non sono impegnati in corsi di formazione potranno partecipare ad un tirocinio formativo presso un’azienda. Entro lunedì 16 aprile, sarà possibile aderire ad una delle 9 Botteghe di Mestiere riconosciute dalla Regione Abruzzo e richiedere un colloquio per l'effettuazione del tirocinio in base alle figure professionali richieste. Sarà poi il soggetto promotore ad organizzare i colloqui di lavoro per individuare i tirocinanti. La retribuzione mensile riconosciuta allo stagista è di 600 euro al mese. «Su questo progetto che parte da un'iniziativa nazionale per poi approdare nella programmazione regionale - spiega l'assessore alle Politiche del Lavoro, Andrea Gerosolimo - abbiamo investito un milione di euro dei fondi FSE, ma soprattutto abbiamo coinvolto decine di aziende abruzzesi che sono pronte ad offrire tirocini formativi in settori produttivi importanti della regione e che in alcuni casi rappresentano eccellenza dell'economia abruzzese». Ogni Bottega di Mestiere è costituita da un raggruppamento composto da un soggetto promotore dei tirocini e da una o più aziende. «In Abruzzo - aggiunge Gerosolimo - abbiamo autorizzato 9 Botteghe di Mestiere che includono 52 aziende sul territorio. I disoccupati under 35 avranno in questo modo ampia possibilità di presentare la propria candidatura, scegliendo direttamente l'azienda presso la quale vogliono fare esperienza formativa da tirocinante». Nel dettaglio le 9 Botteghe di Mestiere autorizzate dalla Regione Abruzzo sono così suddivise: 5 nel settore agroalimentare, enogastronomia e ristorazione, una nel settore meccanico, una nel settore della grande distribuzione, una nel settore dell'artigianato artistico e una nel settore del mobile e dell'arredo. Nell’ambito dell’artigianato artistico, la aziende che hanno aderito al bando intendono trasmettere ai tirocinanti i segreti dell’arte orafa locale come, ad esempio la realizzazione della “Presentosa” o della lavorazione delle ceramiche di Castelli. I laboratori in cui verranno formati sono un connubio tra tradizione artigiana ed innovazione 4.0. Vi è poi il settore del Mobile, nel quale le aziende che hanno partecipato al bando intendono trasmettere conoscenze, competenze ed esperienze necessarie alle giovani generazioni, per garantire la sopravvivenza di un settore fondamentale per l’economia del Paese. Con i tirocini legati alla ristorazione, i giovani potranno svolgere un periodo presso ristoranti, bar, cantine che fanno parte della Bottega T.I.R.. La Bottega Tipica raggruppa aziende che operano nella filiera agroalimentare e hanno particolarmente a cuore l’identità e la cultura del territorio. Nella bottega V.E.N.D.E. viene favorito l’inserimento lavorativo di giovani in strutture di consolidata esperienza, che abbiano la qualifica di addetti alle attività organizzative della vendita, mentre la Bottega F.O.R.T.E.  intende far fronte al crescente fabbisogno professionale del territorio nel settore enogastronomico e della ristorazione. Vi sono poi le botteghe Dall’Acino al Vino e Dalla Vite al Vino per apprendere i processi produzione e trasformazione di uve. Infine nell’Automotive sarà possibile acquisire competenze specialistiche nel campo della programmazione robotica industriale, del controllo a logica programmabile (PLC), dell’interfaccia uomo-macchina (HMI), dello sviluppo di sistemi di supervisione di impianti di automazione industriale e prenderai dimestichezza con software e applicazioni di ultima generazione e all’avanguardia, in particolare per il mercato automotive segmento macchine per la produzione automatizzata. Per iscriversi è necessario visitare il sito http://www.botteghemestiereinnovazione.it/web/botteghe/abruzzo dove è possibile scegliere virtualmente la bottega e avviare l'iscrizione on line.

Continua a leggere in Primo Piano...

Dieci anni e qualche giorno dopo…

Sei aprile 2009/6 aprile 2019, anni in cui all’Aquila una faticosa ricostruzione materiale ed...

Continua a leggere...

Vinitaly 2019, cala il sipario sull’edizione dei record

Incetta di premi per l’Abruzzo al salone del vino

Continua a leggere...

Vinitaly, Montepulciano e Cerasuolo d’Abruzzo protagonisti dell’edizione 2019

Due degustazioni, organizzate dal Consorzio per la Tutela dei Vini Abruzzesi, sono state dedicate...

Continua a leggere...
Cover Story Cover Story

Mercadante Truck, la forza di una famiglia da 92 anni

Scopri di più...
ABRUZZO IMPRESA è il portale online che racconta quotidianamente il mondo dell'imprenditoria abruzzese. Questa testata giornalistica nasce nel 2006 in versione cartacea con lo scopo di raccontare attraverso interviste e approfondimenti l'economia abruzzese. Il vero grande valore aggiunto di questa nuova scelta editoriale è la Web Tv di ABRUZZO IMPRESA che permette ad imprenditori e manager di esporre le loro storie. I canali Facebook, Instagram e Linkedin sono lo strumento di espansione del sito ufficiale che vede nell'ipertestualità una importante via di sviluppo.
Fabio De Vincentiis
Editore
Eleonora Lopes
Direttore Responsabile
Gianluigi Tiberi
Coordinatore web-tv
La Redazione