Instagram Facebook Youtube #abruzzoimpresa
AccediAccedi

Abruzzo, un mercato del lavoro di qualità

Il Cresa ha posto la nostra regione alla guida il Mezzogiorno

di Laura Tinari

È nel complesso positivo il responso del CRESA, che ha esaminato la qualità del mercato del lavoro nella nostra regione considerando le variazioni fino al 2016. Seppur ancora con valori inferiori a quelli medi nazionali, l’analisi dell’Istituto abruzzese evidenzia una regione che guida il Mezzogiorno. Dato negativo si registra sull’analisi dell’occupazione legata al genere: notante un consistente incremento di quella femminile, la situazione resta sbilanciata a favore degli uomini.

Sostanzialmente nel 2017 sono aumentate le forze di lavoro 15-64 anni (544 mila unità) per effetto di una crescita del numero degli occupati di pari età (479 mila), in particolar modo donne, e di una contrazione di quello dei disoccupati (65 mila dai 15 anni in su), principalmente uomini. Però, benché sia aumentato, il tasso di occupazione resta per entrambi i generi al di sotto dei valori del Centro-Nord.

Al fine di fare un’analisi del mercato del lavoro più compiuta, il CRESA ha studiato una serie di tipologie di lavoratori, dagli irregolari a chi fa il part time, dai precari ai sovraistruiti.  

L’incidenza di lavoratori irregolari stimata è del 15,7% assai superiore al dato medio nazionale e in aumento di più di due punti percentuali rispetto al 2004. La percentuale di occupati, che vede la stabilizzazione del rapporto di lavoro entro un anno, è in discesa libera in Abruzzo rispetto al 2012 e è particolarmente bassa sia per gli uomini sia per le donne, esaminati anche i cosiddetti “precari permanenti” o “di lungo periodo”, ossia i dipendenti a tempo determinato o collaboratori che hanno iniziato l’attuale lavoro da almeno 5 anni, che salgono dal 20,1% al 20,7%. L’analisi di genere evidenzia che crescono soprattutto le precarie di lungo termine.

Altro indice è il part time involontario, svolto da chi è “costretto” a lavorare a tempo parziale perché non ha trovato un impiego a tempo pieno, un fenomeno più marcatamente femminile, che riguarda il 21,6% delle occupate e il 5,6% degli occupati, percentuali in forte aumento rispetto al 2004 e, per le donne, sensibilmente superiore alla media nazionale (uomini: 6,4%; donne: 19,4%).  

Ci sono poi i lavoratori sovraistruiti, coloro che posseggono un titolo di studio superiore a quello necessario per svolgere le mansioni loro assegnate nel loro attuale impiego: nel 2015 erano quasi 3 su 10 con un aumento rispetto al 2004, almeno per gli uomini assai spinto, mentre più contenuto per le donne soprattutto in relazione a quello medio nazionale.

Quanto alle retribuzioni, rispetto al 2008 nel 2015 la percentuale dei lavoratori con bassa paga, ossia con una retribuzione orario inferiore a 2/3 di quella mediana sul totale dei dipendenti, è scesa per gli uomini dal 7,3% al 6,1% del totale e per le donne è salita dal 13,8% al 15,3% delle occupate.

Tuttavia è migliorata negli anni la percezione dell’insicurezza dell’occupazione (Abruzzo: 10,9%; Italia: 8,6%), intesa come opinione dei lavoratori riguardo la probabilità di perdere il lavoro attuale e di non trovarne un altro simile nei successivi sei mesi.

Infine, l’ultimo indice esaminato è il grado di soddisfazione per il lavoro svolto, gli occupati regionali, sia uomini sia donne, si mostrano al pari delle maggior parte delle regioni italiane, discretamente soddisfatti (7,3 in una scala da 0 a 10), con valori per entrambi i generi simili e allineati alla media nazionale.

Continua a leggere in Primo Piano...

Politiche per lo sviluppo economico, all'Aquila fondi per l'imprenditoria under 30

Il Comune dell'Aquila stanzia un contributo a fondo perduto per i giovani che avvieranno...

Continua a leggere...

Musiké, il vino si affina in musica

Il maestro Beppe Vessicchio e il ceo di Rosarubra Iacobone hanno creato Sesto Armonico, due vini...

Continua a leggere...

PASTORI IN ESTINZIONE, A RISCHIO IL SIMBOLO DELLA TRADIZIONE D’ABRUZZO

Più di 200 allevatori presenti al convegno organizzato a Teramo da Coldiretti Abruzzo

Continua a leggere...
Cover Story Cover Story

Mercadante Truck, la forza di una famiglia da 92 anni

Scopri di più...
ABRUZZO IMPRESA è il portale online che racconta quotidianamente il mondo dell'imprenditoria abruzzese. Questa testata giornalistica nasce nel 2006 in versione cartacea con lo scopo di raccontare attraverso interviste e approfondimenti l'economia abruzzese. Il vero grande valore aggiunto di questa nuova scelta editoriale è la Web Tv di ABRUZZO IMPRESA che permette ad imprenditori e manager di esporre le loro storie. I canali Facebook, Instagram e Linkedin sono lo strumento di espansione del sito ufficiale che vede nell'ipertestualità una importante via di sviluppo.
Fabio De Vincentiis
Editore
Eleonora Lopes
Direttore Responsabile
Gianluigi Tiberi
Coordinatore web-tv
La Redazione