Instagram Facebook Youtube #abruzzoimpresa
AccediAccedi

Tripletta di Carpe Diem, apre ad Avezzano con le pizze da asporto

Lo scorso 6 Ottobre l’inaugurazione del nuovo punto vendita dedicato all’asporto. Il primo passo con la “pizza al banco”, ma ci sono già in cantiere progetti di crescita per il futuro

di Eleonora Lopes

Il giovane e creativo pizzaiolo Emilio Brighigna e sua moglie Angelica De Berardinis mettono a segno un altro colpo importante nel 2018. Dopo il grandioso successo raggiunto con il ristorante pizzeria “Carpe Diem” di Montesilvano e l’apertura del “Carpe Diem 2” di Villa Raspa di Spoltore, avvenuto un anno fa proprio in questo stesso periodo, è ora la volta di Avezzano.

In collaborazione con il giovanissimo titolare e imprenditore Massimo Moschella, classe 1994, Emilio ha infatti sfidato le montagne per portare anche in provincia dell’Aquila le pizze e la leggerezza degli impasti con cui ha conquistato il cuore degli abruzzesi e non solo. L’inaugurazione ha avuto luogo lo scorso 6 ottobre presso il nuovo punto vendita di Via Marconi 41.

Durante la serata i presenti hanno potuto apprezzare alcune tra le pizze che hanno reso famoso il Carpe Diem, e anche degustare formaggi e salumi campani, tra cui i famosi latticini della Linea ORO del Caseificio San Martino a marchio Carpe Diem.

“Il punto vendita di Avezzano sarà dedicato per il momento solo alla produzione di pizze da asporto e alla vendita di prodotti campani del Caseificio San Martino, ma abbiamo già in mente grandi progetti per il futuro”, afferma con il suo sorriso solare Emilio Brighigna, che vede i sacrifici fatti per anni insieme alla moglie Angelica pian piano tradursi in sogni che si avverano.

La pizza napoletana di Emilio è prodotta con un impasto molto ossigenato, ad alta idratazione, alveolato e facile da digerire. Viene utilizzato un blend di 4 farine e la sua caratteristica è il tipico crostone napoletano che all'assaggio mantiene una nota croccante. Oltre ad un impasto di grande cura e qualità, quello che sorprende è che questi ragazzi fanno una grande ricerca di materie prime, abruzzesi e non, coinvolgendo importanti produttori agricoli e Presidi Slow Food sia da offrire nel tagliere degli antipasti che da utilizzare come ingredienti per la farcitura della pizza. Infatti entrambi i ristoranti, oltre al cavallo di battaglia rappresentato dalla pizza, hanno nel menù anche diversi piatti.

Dopo il riconoscimento da parte della Guida "50 Top Pizza" Migliori Pizzerie d’Italia curata da Barbara Guerra, Luciano Pignataro e Albert Sapere che li hanno inseriti tra le prime 150 classificate, al Carpe Diem non si montano la testa. Ma il passo è svelto, ponderato e sicuro: siamo certi che di questi ragazzi sentiremo ancora parlare presto.

 

Continua a leggere in Nonsoloimpresa...

Il Conte Guido Ginaldi, un libro dedicato al pilota e viveur del Novecento

La presentazione dell'opera si è svolta in occasione Tour in rosso della Valle del Pescara

Continua a leggere...

Le Giornate FAI mettono in mostra l’Abruzzo

Cinquantuno aperture in dodici borghi abruzzesi per visitare e ammirare bellezze naturalistiche e...

Continua a leggere...

Semplice come bere un bicchiere d'acqua!

L'importanza dell'idratazione e tutte le proprietà del bene più prezioso al mondo

Continua a leggere...
Cover Story Cover Story

Mercadante Truck, la forza di una famiglia da 92 anni

Scopri di più...