Instagram Facebook Youtube #abruzzoimpresa
AccediAccedi

Dottò, ma un gelatino d’estate?

Oggi i gelati sono molto meno calorici, grassi e zuccherini e ben si conciliano anche nei programmi alimentari controllati

A cura di Pietro Campanaro

Dottò, ma un gelatino d’estate? E' una domanda che mi viene fatta spesso in particolare durante il periodo estivo, come se il gelato fosse ancora quell'alimento proibito da evitare a tutti i costi specie per chi sta a dieta. In realtà le cose sono molto cambiate, oggigiorno i gelati sono molto meno calorici, grassi e zuccherini e ben si conciliano anche nei programmi alimentari controllati. Ma i gelati non sono tutti uguali, quello propriamente detto contiene latte e/o panna, zucchero e a volte anche uova che lo rendono più cremoso mentre il sorbetto contiene prevalentemente acqua, zucchero e frutta ed è meno cremoso poi esiste ancora la categoria dello yogurt-gelato che ha una composizione simile al gelato ma prevede come ingrediente base lo yogurt. Il gelato normale è più calorico e grasso (circa 200 calorie per etto), il sorbetto è meno calorico ma più ricco di zuccheri (circa 120 calorie) mentre lo yogurt-gelato è una via di mezzo (circa 160 calorie) meno grasso del gelato e meno zuccherino del sorbetto. A parte le calorie, a mio parere nel gelato è fondamentale la qualità degli ingredienti base, più sono naturali e più sono digeribili e “smaltibili” per l'organismo e fortunatamente negli ultimi anni l'orientamento è stato proprio questo con un fiorire di gelaterie artigianali e biologiche che oltre ad usare materie prime di ottima qualità spesso preparano il gelato utilizzando l'inulina, una fibra vegetale prebiotica che funge da addensante e abbassa in maniera considerevole sia l'apporto calorico che l'assorbimento di zuccheri e grassi a livello intestinale. Inoltre l'incremento costante delle allergie e intolleranze alimentari a lattosio e glutine, ha favorito la produzione di gelati che non contengono tali sostanze e sono preparati con il latte senza lattosio o di soia o di riso. Ma quanto gelato mangiare? Se non si hanno problemi di glicemia e/o colesterolo  una coppetta o un cono piccolo al giorno durante il periodo estivo è il giusto quantitativo che l'organismo riesce a tollerare bene altrimenti uno massimo due gelati la settimana, ricordandosi sempre e comunque di introdurre il giusto quantitativo di fibre (verdure) ai pasti principali.

Buon Agosto e buon gelato a tutti.

I miei riferimenti: Dr. Pietro Campanaro

Medico-Chirurgo Nutrizionista, Specialista in Scienze dell’Alimentazione, Fitoterapeuta

info: 333.6898724; Blog http://nutraceuticafitomedicina.wordpress.com/; gruppo su Facebook: Nutraceutica e Fitomedicina

 
 

 

 

Foto tratta da Nonsprecare.it

Continua a leggere in Nonsoloimpresa...

Influenza? Un aiuto dagli alimenti

Un valido supporto per aiutare il sistema immunitario a difendersi dall'influenza è il consumo...

Continua a leggere...

Il Balletto di San Pietroburgo va in scena a Pescara

"Il Lago dei Cigni" di Ciajkovskij si terrà al Teatro Massimo il prossimo 15 gennaio. Lo...

Continua a leggere...

Arriva a Pescara il "Massimo Lopez e Tullio Solenghi Show"

300 repliche, due stagioni sold out, più di 72mila biglietti venduti nella tournée 2018/2019....

Continua a leggere...
Cover Story Cover Story

Mercadante Truck, la forza di una famiglia da 92 anni

Scopri di più...
ABRUZZO IMPRESA è il portale online che racconta quotidianamente il mondo dell'imprenditoria abruzzese. Questa testata giornalistica nasce nel 2006 in versione cartacea con lo scopo di raccontare attraverso interviste e approfondimenti l'economia abruzzese. Il vero grande valore aggiunto di questa nuova scelta editoriale è la Web Tv di ABRUZZO IMPRESA che permette ad imprenditori e manager di esporre le loro storie. I canali Facebook, Instagram e Linkedin sono lo strumento di espansione del sito ufficiale che vede nell'ipertestualità una importante via di sviluppo.
Fabio De Vincentiis
Editore
Eleonora Lopes
Direttore Responsabile
Gianluigi Tiberi
Coordinatore web-tv
La Redazione