Instagram Facebook Youtube #abruzzoimpresa
AccediAccedi

A San Martino si celebrano il vino novello e le castagne

Ripercorriamo tutte le proprietà della castagna, frutto tipico della stagione autunnale

A cura di Pietro Campanaro

Manca pochissimo all'11 Novembre ovvero la ricorrenza di San Martino che affonda le sue radici nella storia di questo santo buono che da tempo è legata alla tradizione del consumo di castagne e vino nuovo. Personalmente non posso fare a meno di ricordare anche una di quelle poesie imparate a memoria alle scuole elementari (allora si chiamavano così!) il cui celeberrimo incipit era “La nebbia a gl'irti colli piovigginando sale...” per l'appunto San Martino di Giosuè Carducci che descrive in maniera sublime la stagione dell'autunno dove le castagne la fanno da padrona.

Frutto molto antico diffuso in Asia, Europa ed America ne sono state trovate tracce fossili risalenti a oltre 10.000 anni fa, già Ippocrate nell'antica Grecia vantava le proprietà nutritive di questo frutto e quelle astringenti della sua buccia ma un vero boom le castagne lo hanno avuto nell'antica Roma dove Plinio il Vecchio ne decanta le proprietà in cucina “...Sono più buone da mangiare se tostate; vengono anche macinate e costituiscono una sorta di surrogato del pane..” oltre 2000 anni fa già si conoscevano le caldarroste! Diffuse un po' in tutta Italia anche in Abruzzo le castagne sono coltivate su vasti territori montani anche se purtroppo negli anni più recenti a causa di un insetto che ha infestato le piante la produzione si è ridotta notevolmente. Esistono decine di cultivar di castagne suddivisi in quelle propriamente dette ed in marroni, questi ultimi più pregiati, con un sapore più intenso, il frutto intero, non settato come nella castagna, e la buccia che si stacca meglio.

Ma come si riconosce una castagna da un marrone dall'esterno? Risposta di un coltivatore: dalla parte di sotto chiamata ilo o volgarmente “culetto”, la castagna ce l'ha largo, tondeggiante e piuttosto liscio, il marrone più stretto, rettangolare e più ruvido al tatto!

Le castagne sono molto energizzanti perchè ricche di carboidrati, contengono fibre che fanno bene alla funzionalità intestinale e diverse vitamine e minerali tra i quali ferro, calcio, fosforo e zinco che aiutano molto l'organismo e il sistema immunitario nei periodi di freddo, non contengono glutine per cui possono essere tranquillamente consumate da chi soffre di celiachia sia come frutto che nei suoi derivati come la farina di castagne con cui si possono preparare diversi piatti come la polenta, gli gnocchi, le lasagne, i tortelli, il pane e anche le frittelline e il classico castagnaccio. Mai provate le “casciole”, castagne spellate e bollite con odori oppure la marmellata di castagne? Ma il massimo, nutrizionalmente parlando, si raggiunge nelle zuppe di castagne e legumi (ceci, fagioli, lenticchie, ecc.) dove la combinazione dei nutrienti dei due alimenti riesce ad apportare al nostro organismo praticamente tutto quello di cui ha bisogno. Tantissime sono le ricette reperibili sulla combinazione di castagne e legumi, a me piace molto la zuppa di ceci e castagne con porcini  oppure lenticchie e castagne con crostini di pane casereccio sempre condite con olio extravergine di oliva nuovo e accompagnate da un bicchiere di buon vino rosso. Ma torniamo a San Martino e alle nostre caldarroste e vino novello, in tanti mi chiedono ma quante ne posso mangiare per non avere problemi di ingrassamento e/o intestinali? Circa 10-15 possibilmente abbinandole ad un contorno crudo (insalata, carote, finocchi, ecc.) insieme ad un bicchiere di vino.

 

 

I miei riferimenti: Dr. Pietro Campanaro

Medico-Chirurgo Nutrizionista, Specialista in Scienze dell’Alimentazione, Fitoterapeuta

info: 333.6898724; Blog http://nutraceuticafitomedicina.wordpress.com/; gruppo su Facebook: Nutraceutica e Fitomedicina; Twitter: @nutraceuticafit; canale Youtube: Pietro Campanaro

 

 
 

 

 
Continua a leggere in Nonsoloimpresa...

Le eccellenze del vino abruzzese unite al Pescara Wine Festival

Sabato 17 novembre, nella Sala Consiliare del Comune di Pescara, dalle 17 si terrà il Premio...

Continua a leggere...

Al via alla 16a Edizione di “Frantoi Aperti in Valle Roveto”

L'appuntamento con le Cantine Aperte nell’Antico Borgo di San Vincenzo Vecchio è per Sabato 17...

Continua a leggere...
Cover Story Cover Story

Mercadante Truck, la forza di una famiglia da 92 anni

Scopri di più...