Assoimpresaitaliana.it

_

_

_

_

_

CERCA ARTICOLI

_

AREA RISERVATA

Registrandoti al sito potrai accedere all'archivio e consultare tutti i numeri arretrati di Abruzzo Impresa.

 

Se sei un nuovo utente registrati qui

altrimenti effettua il login:

_

_

focus di Eleonora Lopes | 01 Febbraio 2018

Panetteria Raspa, l'impresa si fa etica

Lo storico panificio di San Salvo sorto nel 1960, oggi è gestito da Michele Raspa e sua moglie Antonella. Ultimo progetto nato è la tenuta agricola Borgo San Biase

"I nostri prodotti sono un messaggio d’amore: nutrimento per l’anima in armonia con la madre terra e le sue creature”. Leggendo il claim non serve aggiungere altro per capire che Raspa, antico panificio di San Salvo, ci mette il cuore in tutto quello che fa.

Oggi l’azienda è gestita da Michele Raspa e sua moglie Antonella Vicoli. La storia di questa Panetteria risale però al 1960, anno di inizio dell’attività di panificatore di Giuseppe, padre di Michele. Da allora molto è cambiato, la panetteria oggi offre il servizio di caffetteria e ristorazione, pensato secondo la filosofia della coppia, Michele infatti è vegetariano, Antonella invece vegana. La coppia non solo continua con entusiasmo l’attività di famiglia, ma addirittura coltiva i grani preziosi di solina e di saragolla nell’azienda agricola di lei, unendo al pane, alle pizze, e alla biscotteria tradizionale, i biscotti e la pasticceria bio e vegan e una gastronomia di qualità. Impastano, sperimentano, producono e creano un’esplosione di sapori ed emozioni. «Il segreto dei nostri pani, -ci spiega Antonella- delle nostre focacce, delle nostre pizze e dei nostri dolci è che le farine sono appunto di nostra produzione. Con le nostre farine, tutte certificate bio, produciamo anche la pasta a marchio Raspa che si può degustare nella nostra gastronomia oppure acquistare in negozio». Freschezza, gusto e tradizione sono i loro punti di forza. «Laddove non arriviamo –continua Antonella- con i prodotti della nostra tenuta, scegliamo direttamente i produttori locali per sostenere l’economia del territorio lontano dalle logiche della grande distribuzione e in armonia della stagionalità». Oggi come ieri, più di ieri, le scelte di vita di Antonella e Michele rispecchiano la passione per la natura e i prodotti naturali, per lo sport, per gli animali e per Madre Terra. «Mio marito corre in bici –ci dice la vulcanica imprenditrice- e io ho seguito questa sua passione. Amiamo la natura, la vita sana, lo sport e di conseguenza questi principi i nostri clienti li ritrovano anche nei nostri prodotti naturali». «Mi sono innamorata da subito –continua- di questo lavoro. 10 ani fa insieme abbiamo deciso di trasformare quello che era un classico panificio in un progetto più complesso servendo il cliente dalla colazione fino alle 20 con una gastronomia sempre aperta. Il nostro menu, per la gioia di mio marito, ci dice sorridendo, cambia ogni giorno seguendo ovviamente la stagionalità dei prodotti. A fare il pane c’è ancora mia suocera Giuseppina. Oggi la squadra è composta da 15 collaboratori, quasi tutte donne!». Michele e Antonella hanno un’unica figlia Giusy che pur avendo scelto tutt’altra strada, studia all’Istituto di moda Marangoni, anche lei nel suo lavoro di creativa è molto attenta all’utilizzo di tessuti con fibre naturali come ad esempio la canapa. Antonella Vicoli è una donna forte, sorridente, energica e altruista. Crede fortemente nei suoi principi e in quello che fa. «Spingiamo per i prodotti alternativi, -ci dice- all’inizio non è stato facile, ma poi la risposta del cliente è arrivata. Nei miei biscotti ad esempio inserisco radici e fiori, tutto quello che la terra mi dona». Ultima novità, Raspa, è tra le poche aziende italiane ad aver ottenuto la VeganOk, la prima ed unica certificazione Etica per prodotti Vegan nata in Italia. Ma c’è un altro aspetto che distingue questa realtà, il modo di fare impresa, etico e rispettoso e un’attenzione per il sociale davvero sorprendente. Ad esempio tutte le buste di carta che contengono il pane alla consegna del cliente riportano il logo Avis (associazione volontari italiani sangue). Sono piccoli ma grandi gesti di civiltà per sensibilizzare gli altri che tutte le aziende dovrebbero fare. «In fondo siamo fortunati, –ci dice con naturalezza la Vicoli– ed è giusto restituire al territorio e alla persone meno fortunate, quello che ci è stato donato». Ma il progetto sul quale questi imprenditori stanno impiegando molte energie è Borgo San Biase, la tenuta di 20 ettari a Montenero di Bisaccia, in Molise nella quale ad oggi coltivano i grani antichi autoctoni, che utilizzano per le loro produzioni, e ancora vari legumi, un orto e una vasta estesa di uliveti. La tenuta che per anni è stata utilizzata solo per le coltivazioni, oggi ha obiettivi ben più rilevanti. «Con i fondi del PSR –conclude Antonella- abbiamo presentato un progetto da realizzare all’interno del Borgo che consiste in una scuola di formazione per panificatori, un laboratorio dove fare ricerca e sviluppo e una struttura dove organizzare eventi del settore. Tra gli obbiettivi c’è anche quello di mettere in commercio una linea di biscotti esclusivamente vegani. È un progetto grande e ambizioso, ma lo desideriamo fortemente».

 

 

 

 

 

focus15 Febbraio 2018

Il Gruppo Megadyne acquisisce la Sacif

Un’operazione strategica che ha permesso all’azienda di Cepagatti che produce nastri trasportatori di crescere e svilupparsi ulteriormente Professionalit   CONTINUA
focus14 Febbraio 2018

Made in Italy: Coldiretti, scatta anche in Abruzzo obbligo etichetta per pasta e riso

L’etichetta di origine obbligatoria che permette di conoscere l’origine del grano impiegato nella pasta e del riso mette fine all’inganno dei prodotti i   CONTINUA
focus09 Febbraio 2018

La promozione del territorio passa attraverso il cammino di San Tommaso

Una proposta di turismo esperienziale che porta l’Abruzzo sulle pagine delle riviste più importanti al mondo Il cosiddetto “turismo esperienziale” sem   CONTINUA
focus08 Febbraio 2018

Artigianato, il 2017 conferma una crisi senza soluzione di continuità

Seicento imprese artigiane in meno nel 2017. Non conosce soluzione di continuità la crisi che attanaglia la micro impresa della nostra regione, che per il se   CONTINUA
focus06 Febbraio 2018

"Carpe Diem, diversamente pizza" raddoppia

Emilio e Angelica Brighigna hanno aperto il loro secondo ristorante a Villa Raspa di Spoltore. Un impasto di qualità, grandi materie prime e attenzione al cl   CONTINUA
focus06 Febbraio 2018

ConDIRE: design, food e arte si incontrano

ConDIRE è un’originale ricetta che, guardando il mondo con curiosità, aggiunge sapore e bellezza alla visione delle cose.   CONTINUA
focus05 Febbraio 2018

Meet in Cucina Abruzzo, la quarta edizione si conferma un successo!

Prima ancora che l’evento iniziasse, c’era già la fila all’ingresso per entrare a Meet in Cucina, il congresso dei cuochi abruzzesi che è diventato ne   CONTINUA
focus01 Febbraio 2018

Panetteria Raspa, l'impresa si fa etica

Lo storico panificio di San Salvo sorto nel 1960, oggi è gestito da Michele Raspa e sua moglie Antonella. Ultimo progetto nato è la tenuta agricola Borgo Sa   CONTINUA
focus31 Gennaio 2018

Alhena Entertainment, la regina dei concerti

È pescarese la società che opera nel campo della produzione e organizzazione di grandi eventi e live musicali fondata da Gianfilippo Di Felice Sta per comp   CONTINUA
focus30 Gennaio 2018

Borgo Baccile, la storia diventa accoglienza

Il resort del Gruppo Farnese, gestito dal giovanissimo Nico Sciotti, è frutto di un attento restauro di dimore rurali nel Comune di Crecchio Amore per le pr   CONTINUA