Assoimpresaitaliana.it

_

_

_

_

_

CERCA ARTICOLI

_

AREA RISERVATA

Registrandoti al sito potrai accedere all'archivio e consultare tutti i numeri arretrati di Abruzzo Impresa.

 

Se sei un nuovo utente registrati qui

altrimenti effettua il login:

_

_

focus di Redazione | 13 Ottobre 2017

I big del petrolio scelgono la Walter Tosto

Quando devono affrontare lavori importanti, i big del petrolio chiamano il made in Italy. Walter Tosto, leader nella caldareria, è un partner che non teme la concorrenza: si è aggiudicato, infatti, tre ordini, del valore complessivo di oltre 80 milioni di euro, dalla società saudita Saudi Aramco, il più grande produttore di petrolio al mondo.

Una di queste commesse, che ammonta a circa 20 milioni di euro, è diretta all’ammodernamento della raffineria di Riad, per ridurre le emissioni nocive prodotte dalla combustione di carburante nel rispetto delle attuali normative internazionali. Per l’ ”Upgrade Hydroprocessing Integrity Project” verranno forniti 8 Hydrocracker Reactors, reattori del peso di circa 2mila tonnellate che al termine della realizzazione saranno spediti dal porto di Ortona. Questo prestigioso ordine è stato commissionato da Saudi Aramco Overseas direttamente a Walter Tosto, senza intermediari, ovvero senza passare attraverso la gestione di un Main Contractor. Questo aspetto conferma la forza del nostro made in Italy anche in fatto di apparecchi particolarmente critici.

A questo ha fatto seguito un altro ordine da quasi 10 milioni di euro, per la fornitura di 31 Pressure Vessels per il progetto di ammodernamento della Raffineria di Ras Tanura, sulla costa orientale dell’Arabia Saudita. L’operazione, denominata “Clean Fuel”, ovvero “Carburante pulito”, prevede l’adeguamento agli standard internazionali relativi al contenuto di zolfo e micro-particelle nei prodotti di combustione dei carburanti. La fornitura verrà consegnata nei tempi record di 13 mesi. La raffineria di Ras Tanura è la più grande dell’Arabia Saudita e una delle più grandi raffinerie di petrolio a livello mondiale con una capacità di raffinazione di 550.000 barili al giorno.

Il terzo contratto, del valore di oltre 50 milioni di euro, Walter Tosto se l’è aggiudicato come capo commessa di un’associazione temporanea di impresa costituita ad hoc con altre due primarie aziende italiane di caldarerie ed emesso da Saipem spa in qualità di Main Contractor. L’ordine prevede la fornitura di 15 Gasification Reactors e 15 Syngas Effluent Coolers per la costruzione della centrale elettrica a gas più grande al mondo, che verrà realizzata accanto alla nuova raffineria e al terminale di Jazan. La centrale utilizzerà la tecnologia della gassificazione (Integrated Gasification Combined Cycle) e sarà alimentata principalmente con i residui della distillazione sotto vuoto ottenuti nella raffineria, nonché con olio combustibile ad alto tasso di zolfo. La centrale fornirà energia elettrica alla raffineria ma anche alla rete elettrica nazionale.

Walter Tosto è stata scelta anche dai giapponesi della Shin-Etsu Chemical, la più grande azienda chimica del Giappone ed uno dei primi produttori di PVC nel mondo. Consolidando un rapporto iniziato nel 2014, la Walter Tosto si è aggiudicata una ulteriore commessa del valore di 5 milioni di euro che prevede la fornitura di due reattori (Oxychlorination Reactors) destinati al nuovo impianto Ethylene a Plaquemine, lungo il fiume Mississippi, in Louisiana. Per l’impianto il gruppo giapponese investirà 5 miliardi di dollari.

Gli investimenti in Ricerca & Sviluppo hanno un ruolo centrale nella business strategy del Gruppo, che stanzia per questo settore 5 milioni di euro l'anno. Walter Tosto, con i suoi 500 dipendenti in tutto il mondo, ha realizzato nel 2016 un fatturato di circa 100 milioni di euro ed Ebitda del 10%.

 

 

 

 

 

focus15 Febbraio 2018

Il Gruppo Megadyne acquisisce la Sacif

Un’operazione strategica che ha permesso all’azienda di Cepagatti che produce nastri trasportatori di crescere e svilupparsi ulteriormente Professionalit   CONTINUA
focus14 Febbraio 2018

Made in Italy: Coldiretti, scatta anche in Abruzzo obbligo etichetta per pasta e riso

L’etichetta di origine obbligatoria che permette di conoscere l’origine del grano impiegato nella pasta e del riso mette fine all’inganno dei prodotti i   CONTINUA
focus09 Febbraio 2018

La promozione del territorio passa attraverso il cammino di San Tommaso

Una proposta di turismo esperienziale che porta l’Abruzzo sulle pagine delle riviste più importanti al mondo Il cosiddetto “turismo esperienziale” sem   CONTINUA
focus08 Febbraio 2018

Artigianato, il 2017 conferma una crisi senza soluzione di continuità

Seicento imprese artigiane in meno nel 2017. Non conosce soluzione di continuità la crisi che attanaglia la micro impresa della nostra regione, che per il se   CONTINUA
focus06 Febbraio 2018

"Carpe Diem, diversamente pizza" raddoppia

Emilio e Angelica Brighigna hanno aperto il loro secondo ristorante a Villa Raspa di Spoltore. Un impasto di qualità, grandi materie prime e attenzione al cl   CONTINUA
focus06 Febbraio 2018

ConDIRE: design, food e arte si incontrano

ConDIRE è un’originale ricetta che, guardando il mondo con curiosità, aggiunge sapore e bellezza alla visione delle cose.   CONTINUA
focus05 Febbraio 2018

Meet in Cucina Abruzzo, la quarta edizione si conferma un successo!

Prima ancora che l’evento iniziasse, c’era già la fila all’ingresso per entrare a Meet in Cucina, il congresso dei cuochi abruzzesi che è diventato ne   CONTINUA
focus01 Febbraio 2018

Panetteria Raspa, l'impresa si fa etica

Lo storico panificio di San Salvo sorto nel 1960, oggi è gestito da Michele Raspa e sua moglie Antonella. Ultimo progetto nato è la tenuta agricola Borgo Sa   CONTINUA
focus31 Gennaio 2018

Alhena Entertainment, la regina dei concerti

È pescarese la società che opera nel campo della produzione e organizzazione di grandi eventi e live musicali fondata da Gianfilippo Di Felice Sta per comp   CONTINUA
focus30 Gennaio 2018

Borgo Baccile, la storia diventa accoglienza

Il resort del Gruppo Farnese, gestito dal giovanissimo Nico Sciotti, è frutto di un attento restauro di dimore rurali nel Comune di Crecchio Amore per le pr   CONTINUA