Assoimpresaitaliana.it

_

_

_

_

_

CERCA ARTICOLI

_

AREA RISERVATA

Registrandoti al sito potrai accedere all'archivio e consultare tutti i numeri arretrati di Abruzzo Impresa.

 

Se sei un nuovo utente registrati qui

altrimenti effettua il login:

_

_

focus di Eleonora Lopes | 13 Settembre 2017

Zaccagni, una pasta dal gusto multiculturale

Il pastificio, rilevato dalla famiglia Petruzzi, è oggi gestito dal giovane Leonardo e ha l’obiettivo di allargarsi ai mercati mondiali

Quando esperienze e culture diverse si incontrano, arrivano dei risultati unici”.

È quello che è accaduto al marchio Zaccagni del Pastificio Miglianico. Oggi il pastificio è guidato dalla famiglia Petruzzi, in particolare dal giovane Leonardo che con impegno e determinazione ha intrapreso questa nuova avventura imprenditoriale. «Io vengo dal mondo della sanità –ci spiega- per me è tutto nuovo ma anche tutto molto entusiasmante, una bella sfida». Ma veniamo alla storia di questo pastificio. Il nome deriva da Gianfranco Zaccagni, pastaio geloso della sua ricetta e delle sue trafile al bronzo, di cui alcune addirittura centenarie, che trasmise il suo segreto soltanto ad un allievo romeno. Il giorno in cui Leonardo ha rilevato l’azienda, affascinato dalle grandi possibilità che offriva una pasta così buona, si mise in testa di farla diventare ancora migliore affidando semole e impasti a Pepe, il mago salernitano delle impastatrici artigianali. A custodire uno dei luoghi più intimi del pastificio mise le donne, capaci di vegliare con infinita pazienza sulla lenta essiccazione della pasta, insieme a Erasmo e il senegalese Maurice. «Il segreto della bontà della nostra pasta – aggiunge Leonardo – sta nel grano di qualità, nell’acqua pura che sgorga dalla Majella e nell’essiccazione lenta e delicata a bassissima temperatura. Ma a questi tre elementi ci tengo ad aggiungere anche il contributo di tutti gli artigiani che si adoperano per infondere a questa pasta un sapore unico». Di fondamentale importanza è l’utilizzo di macchinari e trafile antiche di bronzo, che sprigionano la temperatura adatta alla formazione dell’impasto. Grazie a questo tipo di lavorazione la pasta acquisisce diversi pregi, tra cui una maggiore digeribilità, il gusto pieno del sapore del grano e soprattutto quella porosità vera che è il grande segreto per sposarla bene con ogni tipo di sugo o condimento. «Teniamo molto anche al marketing –dice Petruzzi- infatti abbiamo scelto di realizzare un pack che avesse una forte identità con stampata la forma della nostra regione, in questo modo l’Abruzzo viaggia realmente nel mondo. Noi rappresentiamo un mix tra la tradizione ereditata dall’antico pastaio e la modernità rappresentata
dal nuovo gruppo. Nel team, come dicevamo, ci sono un romeno e un senegalese e questo elemento multiculturale è per noi un valore aggiunto che raccontiamo con orgoglio». Leonardo Petruzzi, giovanissimo, è laureato in Economia e Commercio. Oltre al pastificio di cui è amministratore delegato, si occupa di alcune attività nelle Marche in ambito sanitario. «In famiglia ci occupiamo anche della vendita dell’olio – ci racconta – con l’azienda Terre di Varano nella provincia di Pescara, e spesso, essendo entrambi prodotti di alta gamma che si sposano perfettamente, cerchiamo di promuoverli insieme, nell’ottica che l’uno rafforzi l’altro». Il grano utilizzato per Zaccagni è il kronos, ed altri grani provenienti dal Canada; per la linea biologica quello italiano, raccolto in parte in Abruzzo. L’80% del fatturato deriva dall’estero, Europa ma anche Usa, Giappone, Brasile e Australia. «Il Giappone è un paese sul quale stiamo investendo molto, – spiega Petruzzi – abbiamo anche partecipato alla fiera Foodex a Tokyo. Come filosofia aziendale abbiamo scelto di essere presenti sono nelle botteghe alimentari, eliminando la grande distribuzione e puntando sui nostri punti di forza che sono la produzione artigianale e la qualità del grano». «Pasta Zaccagni – conclude il giovane manager- è all’inizio della sua avventura, è a tutti gli effetti una startup, il marchio è uscito sul mercato solo un anno fa, l’obiettivo è rafforzarlo sempre più in Italia e all’estero mantenendo sempre alta la qualità».

 

 

 

 

 

focus18 Ottobre 2017

Il Jobs Act due anni dopo. Dove siamo e dove possiamo andare

2015 – 2017: a due anni dalle novità introdotte dal Jobs Act è arrivato il momento di fare un primo bilancio circa le ricadute delle nuove norme sul mondo   CONTINUA
focus17 Ottobre 2017

Il Consorzio Tutela Vini d'Abruzzo presenta “Percorsi”, un nuovo modo per conoscere l'Abruzzo e le sue cantine

E’ stato presentato al Convento Michetti a Francavilla, che è anche una delle tappe degli itinerari turistici previste da “Percorsi”, il nuovo progetto   CONTINUA
focus13 Ottobre 2017

I big del petrolio scelgono la Walter Tosto

Quando devono affrontare lavori importanti, i big del petrolio chiamano il made in Italy. Walter Tosto, leader nella caldareria, è un partner che non teme la   CONTINUA
focus11 Ottobre 2017

Alcune riflessioni sull’uso di internet nella nostra regione. Opportunità lavorativa o semplice svago?

C'era una volta un commercio fondato sul passaparola ed è ancora li.   CONTINUA
focus05 Ottobre 2017

È pescarese White Rabbit, la più grande start up italiana con l'obiettivo di agevolare il business online grazie a più righe di codice di uno Shuttle

Si chiama White Rabbit ed è una realtà tutta pescarese che è stata capace di sviluppare un sofisticato software in grado di sviluppare 800mila righe di cod   CONTINUA
focus29 Settembre 2017

Le nuove frontiere del licenziamento economico

Una delle novità: si può licenziare anche per guadagnare di più "Ai fini della legittimità del licenziamento individuale intimato per giustificato motivo   CONTINUA
focus28 Settembre 2017

Mokambo Store: l'enoteca del caffè

Alessia Di Nisio: «È il numero zero, una sfida per diffondere la cultura del caffè» Dietro una tazzina di caffè c’è un rituale ben preciso. La famigl   CONTINUA
focus27 Settembre 2017

Ecco chi sono i nuovi Cavalieri Dei Maccheroni alla Chitarra

Si è svolta la scorsa settimana, negli spazi del ristorante Borgo Spoltino di Mosciano S. Angelo, la cerimonia di consegna del titolo di Cavaliere dell’Ord   CONTINUA
focus20 Settembre 2017

Barberini S.p.a. dall'Abruzzo in tutto il mondo

Storia e futuro della realtà abruzzese diventata leader mondiale nella produzione di lenti solari in vetro ottico. Intervista all’ad ingegnere Gianni Vetri   CONTINUA
focus13 Settembre 2017

Zaccagni, una pasta dal gusto multiculturale

Il pastificio, rilevato dalla famiglia Petruzzi, è oggi gestito dal giovane Leonardo e ha l’obiettivo di allargarsi ai mercati mondiali Quando esperienze   CONTINUA