Assoimpresaitaliana.it

_

_

_

_

_

CERCA ARTICOLI

_

AREA RISERVATA

Registrandoti al sito potrai accedere all'archivio e consultare tutti i numeri arretrati di Abruzzo Impresa.

 

Se sei un nuovo utente registrati qui

altrimenti effettua il login:

_

_

focus di Eleonora Lopes | 13 Settembre 2017

Zaccagni, una pasta dal gusto multiculturale

Il pastificio, rilevato dalla famiglia Petruzzi, è oggi gestito dal giovane Leonardo e ha l’obiettivo di allargarsi ai mercati mondiali

Quando esperienze e culture diverse si incontrano, arrivano dei risultati unici”.

È quello che è accaduto al marchio Zaccagni del Pastificio Miglianico. Oggi il pastificio è guidato dalla famiglia Petruzzi, in particolare dal giovane Leonardo che con impegno e determinazione ha intrapreso questa nuova avventura imprenditoriale. «Io vengo dal mondo della sanità –ci spiega- per me è tutto nuovo ma anche tutto molto entusiasmante, una bella sfida». Ma veniamo alla storia di questo pastificio. Il nome deriva da Gianfranco Zaccagni, pastaio geloso della sua ricetta e delle sue trafile al bronzo, di cui alcune addirittura centenarie, che trasmise il suo segreto soltanto ad un allievo romeno. Il giorno in cui Leonardo ha rilevato l’azienda, affascinato dalle grandi possibilità che offriva una pasta così buona, si mise in testa di farla diventare ancora migliore affidando semole e impasti a Pepe, il mago salernitano delle impastatrici artigianali. A custodire uno dei luoghi più intimi del pastificio mise le donne, capaci di vegliare con infinita pazienza sulla lenta essiccazione della pasta, insieme a Erasmo e il senegalese Maurice. «Il segreto della bontà della nostra pasta – aggiunge Leonardo – sta nel grano di qualità, nell’acqua pura che sgorga dalla Majella e nell’essiccazione lenta e delicata a bassissima temperatura. Ma a questi tre elementi ci tengo ad aggiungere anche il contributo di tutti gli artigiani che si adoperano per infondere a questa pasta un sapore unico». Di fondamentale importanza è l’utilizzo di macchinari e trafile antiche di bronzo, che sprigionano la temperatura adatta alla formazione dell’impasto. Grazie a questo tipo di lavorazione la pasta acquisisce diversi pregi, tra cui una maggiore digeribilità, il gusto pieno del sapore del grano e soprattutto quella porosità vera che è il grande segreto per sposarla bene con ogni tipo di sugo o condimento. «Teniamo molto anche al marketing –dice Petruzzi- infatti abbiamo scelto di realizzare un pack che avesse una forte identità con stampata la forma della nostra regione, in questo modo l’Abruzzo viaggia realmente nel mondo. Noi rappresentiamo un mix tra la tradizione ereditata dall’antico pastaio e la modernità rappresentata
dal nuovo gruppo. Nel team, come dicevamo, ci sono un romeno e un senegalese e questo elemento multiculturale è per noi un valore aggiunto che raccontiamo con orgoglio». Leonardo Petruzzi, giovanissimo, è laureato in Economia e Commercio. Oltre al pastificio di cui è amministratore delegato, si occupa di alcune attività nelle Marche in ambito sanitario. «In famiglia ci occupiamo anche della vendita dell’olio – ci racconta – con l’azienda Terre di Varano nella provincia di Pescara, e spesso, essendo entrambi prodotti di alta gamma che si sposano perfettamente, cerchiamo di promuoverli insieme, nell’ottica che l’uno rafforzi l’altro». Il grano utilizzato per Zaccagni è il kronos, ed altri grani provenienti dal Canada; per la linea biologica quello italiano, raccolto in parte in Abruzzo. L’80% del fatturato deriva dall’estero, Europa ma anche Usa, Giappone, Brasile e Australia. «Il Giappone è un paese sul quale stiamo investendo molto, – spiega Petruzzi – abbiamo anche partecipato alla fiera Foodex a Tokyo. Come filosofia aziendale abbiamo scelto di essere presenti sono nelle botteghe alimentari, eliminando la grande distribuzione e puntando sui nostri punti di forza che sono la produzione artigianale e la qualità del grano». «Pasta Zaccagni – conclude il giovane manager- è all’inizio della sua avventura, è a tutti gli effetti una startup, il marchio è uscito sul mercato solo un anno fa, l’obiettivo è rafforzarlo sempre più in Italia e all’estero mantenendo sempre alta la qualità».

 

 

 

 

 

focus28 Novembre 2017

A tutta sicurezza con Eurosignal Adriatica

Dalla moda alla segnaletica stradale, l’improvviso cambio di rotta di Valter Nanni, titolare dell’azienda pescarese l vivace colore arancione delle divis   CONTINUA
focus21 Novembre 2017

Il ruolo del web nell'economia. A che punto è l'Abruzzo?

L’11 Ottobre pubblicammo il focus “sull’utilizzo di internet nella nostra Regione.   CONTINUA
focus17 Novembre 2017

Antonio Zaccardi, dall'Abruzzo ad uno dei ristoranti top al mondo

Originario di Castiglione Messer Marino, oggi lo chef lavora a Piazza Duomo ad Alba,3 stelle Michelin e 15esimo miglior ristorante al mondo E' orgoglio tutto   CONTINUA
focus16 Novembre 2017

Al Gruppo Baltour il premio ‘50 years of NEOPLAN Skyliner’

Festeggiamenti in casa MAN per il 50° anniversario del top di gamma, il Neoplan Skyliner, l’autobus bipiano dalla inconfondibile linea aerodinamica.   CONTINUA
focus14 Novembre 2017

Aidp, all’Aurum un evento per parlare di leadership

Se ti dico leadership, a cosa pensi? A questa domanda AIDP Abruzzo e Molise intende rispondere in un evento aperto al pubblico, giovedì 16 novembre alle ore   CONTINUA
focus09 Novembre 2017

Dopo Montesilvano, il ristorante pizzeria Carpe Diem aprira’ anche a Villa Raspa di Spoltore

Si preannuncia come un grande evento gastronomico l’inaugurazione della sede di Villa Raspa di Spoltore del Ristorante Pizzeria Carpe Diem “Diversamente p   CONTINUA
focus03 Novembre 2017

Presentata a La Corte di Spoltore, la guida Osterie d’Italia

Parola d’ordine, autenticità. Ci tiene ad evidenziarlo più volte Eugenio Signoroni, curatore della guida Osterie d’Italia durante la serata di presentaz   CONTINUA
focus31 Ottobre 2017

Un nuovo modo per conoscere l’Abruzzo, quello “Autentico”

“Autentico. sintassi della cucina abruzzese”, è un percorso rivolto agli addetti ai lavori e agli appassionati, un itinerario del gusto per conoscere l   CONTINUA
focus27 Ottobre 2017

Legge sulla concorrenza, cosa cambia per le assicurazioni

Le novità riguardano anche i settori dell’energia e delle professioni Approvata ed entrata in vigore lo scorso mese di agosto, la Legge sulla concorrenza   CONTINUA
focus26 Ottobre 2017

La Carbotech investe 500.000 euro nella Digital Manufacturing

Ad oggi, le iniziative di Digital manufacturing sono supportate da importanti misure di politica fiscale relative agli investimenti in beni strumentali, mater   CONTINUA