Assoimpresaitaliana.it

_

_

_

_

_

CERCA ARTICOLI

_

AREA RISERVATA

Registrandoti al sito potrai accedere all'archivio e consultare tutti i numeri arretrati di Abruzzo Impresa.

 

Se sei un nuovo utente registrati qui

altrimenti effettua il login:

_

_

focus di Marzia Palumbo | 08 Settembre 2017

Olio Monaco, il principe dell'extravergine

Quando l’amore per la terra fa conseguire riconoscimenti nazionali

La storia dell’azienda agricola biologica Monaco inizia negli anni Settanta quando Vanda e Ruggero Monaco, lei donna energica, lui veterinario, decidono di trasferirsi in una casa colonica in cima ad una collina dove fanno impiantare un oliveto di 1000 piante affidandosi all’esperienza dei contadini dei dintorni. Negli anni la tenuta passa nelle mani del figlio Mauro che, insieme a Simona, veterinaria e imprenditrice agricola per passione, costruisce pezzo dopo pezzo quella che oggi è un’azienda del tutto affermata. «Non ci siamo ritrovati a fare gli agricoltori perché proveniamo da generazioni di frantoiani e/o contadini, né perché figli ereditieri di famiglie possidenti – ci racconta Simona –, è stata una scelta: di vivere in un certo modo, “custodi della natura”». L’oliveto, che risiede su un terreno collinare tra il mare Adriatico e il Gran Sasso, conta oggi 1200 piante. L’azienda è immersa in questo paradiso, completa di frantoio aziendale ubicato in una struttura in legno immerso nell’oliveto, adiacente troviamo il laboratorio per lo stoccaggio, imbottigliamento e vendita diretta dell’olio extra vergine d’oliva e oli aromatizzati. Il metodo di coltivazione (e di vita!) è quello biologico certificato da Suolo e Salute dal 2008. Il rispetto per la terra e la passione per l’attività, ha portato alla famiglia Monaco numerosi riconoscimenti: la presenza in tutte le migliori guide di settore riguardanti gli oli extra vergini d’oliva: Catalogo nazionale degli oli monovarietali, Slow Food, la Repubblica, Gambero rosso (Tre foglie) sempre con punteggi altissimi; I° classificato al concorso internazionale Extrascape come miglior olio biologico. Importante è anche la presenza costante dell’azienda presso la rassegna nazionale degli oli monovarietali organizzata dall’ASSAM Marche. Per ultimo la partecipazione alla fiera Olio-Capitale di Trieste. «La fiera di Trieste è andata molto bene, un pubblico numeroso e interessato proveniente oltre che dalla bellissima città di Trieste anche dalle nazioni confinanti come Slovenia e Austria – ci racconta Mauro Monaco –, un grande interessamento per i nostri oli speciali, aromatizzati naturalmente ed ottenuti in frantoio con la frangitura contemporanea di olive e limoni, arance, bergamotto, peperoncini ecc. ma la novità che ha suscitato curiosità e divertimento è stato l’olio al caffè». Oltre alla presenza presso fiere ed eventi, l’azienda Monaco ha ottenuto un altro riconoscimento, speciale nel suo genere: «Quest’anno siamo anche stati contattati da una azienda che produce indumenti di lavoro 100% italiani (DIKE) per essere presenti come testimonial sul loro catalogo che viene pubblicato in 3 lingue e distribuito in diverse nazioni». L’azienda tessile ha così scelto degli artigiani con delle storie particolari, come la produttrice di grappe Maschio, un mastro vetraio di Murano e ovviamente l’azienda biologica Monaco: un successo a tutto tondo, che unisce la passione per il prodotto alle collaborazioni più diversificate e proficue. Dalle parole dei coniugi Monaco si intuisce così l’amore per la terra e l’impegno costante per produrre il prezioso olio rispettandone tutti i canoni: «Chi lavora la terra si impegna per soddisfazioni diverse: la cura per i dettagli, la bellezza delle colline e degli uliveti, la certezza di aver fatto la cosa migliore nel periodo giusto – ci dicono Mauro e Simona –. Ogni stagione racconta la sua storia e tu devi seguirne l’armonia. Poi c’è una stagione speciale per noi: l’autunno, il tempo della raccolta delle olive». Ed è proprio la cura per le piante, per il terreno e per i suoi ritmi che hanno portato questa famiglia dell’alto Abruzzo a ricevere tante soddisfazioni e riconoscimenti. «Se qualcuno mi domanda, dove vorresti rinascere, io senza dubbi sceglierei questa terra! – conclude Mauro Monaco –. Per far conoscere questa meravigliosa regione e implementare lo sviluppo occorrono strade percorribili, cura del territorio e persone lungimiranti. Siamo una terra piena di eccellenze che aspettano solo di essere scoperte».

 

 

 

 


 

 

focus18 Ottobre 2017

Il Jobs Act due anni dopo. Dove siamo e dove possiamo andare

2015 – 2017: a due anni dalle novità introdotte dal Jobs Act è arrivato il momento di fare un primo bilancio circa le ricadute delle nuove norme sul mondo   CONTINUA
focus17 Ottobre 2017

Il Consorzio Tutela Vini d'Abruzzo presenta “Percorsi”, un nuovo modo per conoscere l'Abruzzo e le sue cantine

E’ stato presentato al Convento Michetti a Francavilla, che è anche una delle tappe degli itinerari turistici previste da “Percorsi”, il nuovo progetto   CONTINUA
focus13 Ottobre 2017

I big del petrolio scelgono la Walter Tosto

Quando devono affrontare lavori importanti, i big del petrolio chiamano il made in Italy. Walter Tosto, leader nella caldareria, è un partner che non teme la   CONTINUA
focus11 Ottobre 2017

Alcune riflessioni sull’uso di internet nella nostra regione. Opportunità lavorativa o semplice svago?

C'era una volta un commercio fondato sul passaparola ed è ancora li.   CONTINUA
focus05 Ottobre 2017

È pescarese White Rabbit, la più grande start up italiana con l'obiettivo di agevolare il business online grazie a più righe di codice di uno Shuttle

Si chiama White Rabbit ed è una realtà tutta pescarese che è stata capace di sviluppare un sofisticato software in grado di sviluppare 800mila righe di cod   CONTINUA
focus29 Settembre 2017

Le nuove frontiere del licenziamento economico

Una delle novità: si può licenziare anche per guadagnare di più "Ai fini della legittimità del licenziamento individuale intimato per giustificato motivo   CONTINUA
focus28 Settembre 2017

Mokambo Store: l'enoteca del caffè

Alessia Di Nisio: «È il numero zero, una sfida per diffondere la cultura del caffè» Dietro una tazzina di caffè c’è un rituale ben preciso. La famigl   CONTINUA
focus27 Settembre 2017

Ecco chi sono i nuovi Cavalieri Dei Maccheroni alla Chitarra

Si è svolta la scorsa settimana, negli spazi del ristorante Borgo Spoltino di Mosciano S. Angelo, la cerimonia di consegna del titolo di Cavaliere dell’Ord   CONTINUA
focus20 Settembre 2017

Barberini S.p.a. dall'Abruzzo in tutto il mondo

Storia e futuro della realtà abruzzese diventata leader mondiale nella produzione di lenti solari in vetro ottico. Intervista all’ad ingegnere Gianni Vetri   CONTINUA
focus13 Settembre 2017

Zaccagni, una pasta dal gusto multiculturale

Il pastificio, rilevato dalla famiglia Petruzzi, è oggi gestito dal giovane Leonardo e ha l’obiettivo di allargarsi ai mercati mondiali Quando esperienze   CONTINUA