Assoimpresaitaliana.it

_

_

_

_

_

CERCA ARTICOLI

_

AREA RISERVATA

Registrandoti al sito potrai accedere all'archivio e consultare tutti i numeri arretrati di Abruzzo Impresa.

 

Se sei un nuovo utente registrati qui

altrimenti effettua il login:

_

_

focus di Eleonora Lopes | 06 Settembre 2017

I vini autentici firmati La Valentina

Alla guida della giovane Cantina di Spoltore, ci sono i fratelli Sabatino, Roberto e Andrea Di Properzio

Mi piace dire che i miei vini sono originali, unici, autentici e poi magari anche buoni!» Sorride Sabatino Di Properzio mentre racconta i suoi vini. Insieme ai fratelli Roberto e Andrea, gestisce la cantina La Valentina sulle colline di Spoltore a due passi da Pescara.

La Valentina nasce nel 1990, dal 1994, dopo alcuni avvicendamenti tra soci, sono proprio i tre fratelli Di Properzio ad acquistare l’intera società. Il nome deriva dalla figlia del vecchio proprietario. Tra viti e cantina, comincia così il loro lavoro a stretto contatto con la natura e i suoi frutti, da subito con l’obiettivo di raggiungere la qualità del prodotto. Dopo i primi anni di studio sul vigneto di Santa Teresa, la passione per la ricerca della qualità e la voglia di valorizzare le D.O.C. abruzzesi prendono il sopravvento diventando la mission aziendale. Già nel ’98 i fratelli Di Properzio, con una scelta per quei tempi non convenzionale, decidono di coinvolgere un enologo toscano, Luca D’Attoma tutt’ora enologo dell’azienda. «I nostri vini –ci spiega Sabatino- sono prodotti dalla natura attraverso l’unicità dei nostri terroir, che cerchiamo di rispettare anche in bottiglia. È questo il segreto della loro originalità. Il microclima, il terreno legato a vitigni ben adattati, restituiscono vini dal carattere marcato e unico. I nostri vini parlano di luoghi e di coltivazioni, e nascono dalla somma di tanti piccoli particolari e dalla passione che ci mettiamo ogni giorno». E proprio per mantenere l’autenticità dei suoi vini, l’azienda di Spoltore ha scelto al 100% di aderire a principi di sviluppo sostenibile e considerare ambiente e sostenibilità come fattori di competitività. «La formazione di tutti i dipendenti –aggiunge l’imprenditore- a svolgere le proprie mansioni in modo responsabile nei confronti dell’ambiente ed il monitoraggio continuo del rispetto dell’azienda ai principi di sviluppo sostenibile, sono elementi per migliorare costantemente la politica e le prestazioni socio ambientali dell’azienda». E proprio in quest’ottica in futuro c’è l’intento di convertire in biologico tutte le linee “riserve”. Ad oggi sono 40 in totale gli ettari di vigneti de La Valentina, suddivisi tra quelli di proprietà, tutti coltivati in regime biologico,
quelli in affitto e quelli convenzionati, tutti ubicati nella provincia di Pescara. «La nostra è una cantina giovane, -ci dice Di Properzio- abbiamo una filosofia moderna. Il nostro auspicio è una continua crescita della qualità interpretando al meglio i segnali e i cicli della natura. Il 65% della nostra produzione la esportiamo all’estero, il primo mercato sono gli USA, ma anche Germania, Inghilterra e stiamo approcciando l’Estremo Oriente. Dobbiamo rafforzare sempre più il mercato italiano che non va mai trascurato per avere credibilità all’estero. Le nostre punte di diamante sono i rossi: Spelt, Binomio e Bellovedere». Per La Valentina le certificazioni sono importanti e Sabatino ci spiega: «Il vino è un prodotto esclusivo della natura: il nostro protocollo di produzione non prevede in vigna l’uso di prodotti chimici ed erbicidi, una buona parte della produzione è certificata bio, e non permette in cantina nessun genere di manipolazione tecnologica, il tutto nel rispetto dell’ambiente e dell’armonia dell’ecosistema. Tutti i nostri vini hanno una certificazione che attesta l’assenza di pesticidi, di residui di prodotti di origine animale ed un limitatissimo uso della solforosa». Sabatino, sposato con due figlie, viene da una famiglia di storici imprenditori locali. Laureato in Economia e Commercio alla LUISS proviene da tutt’altro settore ma questo mondo lo ha completamente catturato da subito, e da allora sono trascorsi 27 anni. Ma oltre all’amore per il vino, la sua passione è da sempre la musica rock, possiede più di 3000 dischi tra LP e CD, è un grande appassionato di Brit Pop. E tornando al vino: «L’Abruzzo –conclude l’imprenditore- può crescere e fare ancora tanto. A mio avviso, una criticità sulla quale lavorare è il disciplinare dei vini doc che andrebbe modificato obbligando all’imbottigliamento in regione, e per una maggiore efficacia dei controlli e per una migliore valorizzazione dei nostri vini che spesso viene mortificato da interessi commerciali non locali».

 

 

 

 

 

focus15 Febbraio 2018

Il Gruppo Megadyne acquisisce la Sacif

Un’operazione strategica che ha permesso all’azienda di Cepagatti che produce nastri trasportatori di crescere e svilupparsi ulteriormente Professionalit   CONTINUA
focus14 Febbraio 2018

Made in Italy: Coldiretti, scatta anche in Abruzzo obbligo etichetta per pasta e riso

L’etichetta di origine obbligatoria che permette di conoscere l’origine del grano impiegato nella pasta e del riso mette fine all’inganno dei prodotti i   CONTINUA
focus09 Febbraio 2018

La promozione del territorio passa attraverso il cammino di San Tommaso

Una proposta di turismo esperienziale che porta l’Abruzzo sulle pagine delle riviste più importanti al mondo Il cosiddetto “turismo esperienziale” sem   CONTINUA
focus08 Febbraio 2018

Artigianato, il 2017 conferma una crisi senza soluzione di continuità

Seicento imprese artigiane in meno nel 2017. Non conosce soluzione di continuità la crisi che attanaglia la micro impresa della nostra regione, che per il se   CONTINUA
focus06 Febbraio 2018

"Carpe Diem, diversamente pizza" raddoppia

Emilio e Angelica Brighigna hanno aperto il loro secondo ristorante a Villa Raspa di Spoltore. Un impasto di qualità, grandi materie prime e attenzione al cl   CONTINUA
focus06 Febbraio 2018

ConDIRE: design, food e arte si incontrano

ConDIRE è un’originale ricetta che, guardando il mondo con curiosità, aggiunge sapore e bellezza alla visione delle cose.   CONTINUA
focus05 Febbraio 2018

Meet in Cucina Abruzzo, la quarta edizione si conferma un successo!

Prima ancora che l’evento iniziasse, c’era già la fila all’ingresso per entrare a Meet in Cucina, il congresso dei cuochi abruzzesi che è diventato ne   CONTINUA
focus01 Febbraio 2018

Panetteria Raspa, l'impresa si fa etica

Lo storico panificio di San Salvo sorto nel 1960, oggi è gestito da Michele Raspa e sua moglie Antonella. Ultimo progetto nato è la tenuta agricola Borgo Sa   CONTINUA
focus31 Gennaio 2018

Alhena Entertainment, la regina dei concerti

È pescarese la società che opera nel campo della produzione e organizzazione di grandi eventi e live musicali fondata da Gianfilippo Di Felice Sta per comp   CONTINUA
focus30 Gennaio 2018

Borgo Baccile, la storia diventa accoglienza

Il resort del Gruppo Farnese, gestito dal giovanissimo Nico Sciotti, è frutto di un attento restauro di dimore rurali nel Comune di Crecchio Amore per le pr   CONTINUA