Assoimpresaitaliana.it

_

_

_

_

_

CERCA ARTICOLI

_

AREA RISERVATA

Registrandoti al sito potrai accedere all'archivio e consultare tutti i numeri arretrati di Abruzzo Impresa.

 

Se sei un nuovo utente registrati qui

altrimenti effettua il login:

_

_

focus di Eleonora Lopes | 06 Settembre 2017

I vini autentici firmati La Valentina

Alla guida della giovane Cantina di Spoltore, ci sono i fratelli Sabatino, Roberto e Andrea Di Properzio

Mi piace dire che i miei vini sono originali, unici, autentici e poi magari anche buoni!» Sorride Sabatino Di Properzio mentre racconta i suoi vini. Insieme ai fratelli Roberto e Andrea, gestisce la cantina La Valentina sulle colline di Spoltore a due passi da Pescara.

La Valentina nasce nel 1990, dal 1994, dopo alcuni avvicendamenti tra soci, sono proprio i tre fratelli Di Properzio ad acquistare l’intera società. Il nome deriva dalla figlia del vecchio proprietario. Tra viti e cantina, comincia così il loro lavoro a stretto contatto con la natura e i suoi frutti, da subito con l’obiettivo di raggiungere la qualità del prodotto. Dopo i primi anni di studio sul vigneto di Santa Teresa, la passione per la ricerca della qualità e la voglia di valorizzare le D.O.C. abruzzesi prendono il sopravvento diventando la mission aziendale. Già nel ’98 i fratelli Di Properzio, con una scelta per quei tempi non convenzionale, decidono di coinvolgere un enologo toscano, Luca D’Attoma tutt’ora enologo dell’azienda. «I nostri vini –ci spiega Sabatino- sono prodotti dalla natura attraverso l’unicità dei nostri terroir, che cerchiamo di rispettare anche in bottiglia. È questo il segreto della loro originalità. Il microclima, il terreno legato a vitigni ben adattati, restituiscono vini dal carattere marcato e unico. I nostri vini parlano di luoghi e di coltivazioni, e nascono dalla somma di tanti piccoli particolari e dalla passione che ci mettiamo ogni giorno». E proprio per mantenere l’autenticità dei suoi vini, l’azienda di Spoltore ha scelto al 100% di aderire a principi di sviluppo sostenibile e considerare ambiente e sostenibilità come fattori di competitività. «La formazione di tutti i dipendenti –aggiunge l’imprenditore- a svolgere le proprie mansioni in modo responsabile nei confronti dell’ambiente ed il monitoraggio continuo del rispetto dell’azienda ai principi di sviluppo sostenibile, sono elementi per migliorare costantemente la politica e le prestazioni socio ambientali dell’azienda». E proprio in quest’ottica in futuro c’è l’intento di convertire in biologico tutte le linee “riserve”. Ad oggi sono 40 in totale gli ettari di vigneti de La Valentina, suddivisi tra quelli di proprietà, tutti coltivati in regime biologico,
quelli in affitto e quelli convenzionati, tutti ubicati nella provincia di Pescara. «La nostra è una cantina giovane, -ci dice Di Properzio- abbiamo una filosofia moderna. Il nostro auspicio è una continua crescita della qualità interpretando al meglio i segnali e i cicli della natura. Il 65% della nostra produzione la esportiamo all’estero, il primo mercato sono gli USA, ma anche Germania, Inghilterra e stiamo approcciando l’Estremo Oriente. Dobbiamo rafforzare sempre più il mercato italiano che non va mai trascurato per avere credibilità all’estero. Le nostre punte di diamante sono i rossi: Spelt, Binomio e Bellovedere». Per La Valentina le certificazioni sono importanti e Sabatino ci spiega: «Il vino è un prodotto esclusivo della natura: il nostro protocollo di produzione non prevede in vigna l’uso di prodotti chimici ed erbicidi, una buona parte della produzione è certificata bio, e non permette in cantina nessun genere di manipolazione tecnologica, il tutto nel rispetto dell’ambiente e dell’armonia dell’ecosistema. Tutti i nostri vini hanno una certificazione che attesta l’assenza di pesticidi, di residui di prodotti di origine animale ed un limitatissimo uso della solforosa». Sabatino, sposato con due figlie, viene da una famiglia di storici imprenditori locali. Laureato in Economia e Commercio alla LUISS proviene da tutt’altro settore ma questo mondo lo ha completamente catturato da subito, e da allora sono trascorsi 27 anni. Ma oltre all’amore per il vino, la sua passione è da sempre la musica rock, possiede più di 3000 dischi tra LP e CD, è un grande appassionato di Brit Pop. E tornando al vino: «L’Abruzzo –conclude l’imprenditore- può crescere e fare ancora tanto. A mio avviso, una criticità sulla quale lavorare è il disciplinare dei vini doc che andrebbe modificato obbligando all’imbottigliamento in regione, e per una maggiore efficacia dei controlli e per una migliore valorizzazione dei nostri vini che spesso viene mortificato da interessi commerciali non locali».

 

 

 

 

 

focus18 Ottobre 2017

Il Jobs Act due anni dopo. Dove siamo e dove possiamo andare

2015 – 2017: a due anni dalle novità introdotte dal Jobs Act è arrivato il momento di fare un primo bilancio circa le ricadute delle nuove norme sul mondo   CONTINUA
focus17 Ottobre 2017

Il Consorzio Tutela Vini d'Abruzzo presenta “Percorsi”, un nuovo modo per conoscere l'Abruzzo e le sue cantine

E’ stato presentato al Convento Michetti a Francavilla, che è anche una delle tappe degli itinerari turistici previste da “Percorsi”, il nuovo progetto   CONTINUA
focus13 Ottobre 2017

I big del petrolio scelgono la Walter Tosto

Quando devono affrontare lavori importanti, i big del petrolio chiamano il made in Italy. Walter Tosto, leader nella caldareria, è un partner che non teme la   CONTINUA
focus11 Ottobre 2017

Alcune riflessioni sull’uso di internet nella nostra regione. Opportunità lavorativa o semplice svago?

C'era una volta un commercio fondato sul passaparola ed è ancora li.   CONTINUA
focus05 Ottobre 2017

È pescarese White Rabbit, la più grande start up italiana con l'obiettivo di agevolare il business online grazie a più righe di codice di uno Shuttle

Si chiama White Rabbit ed è una realtà tutta pescarese che è stata capace di sviluppare un sofisticato software in grado di sviluppare 800mila righe di cod   CONTINUA
focus29 Settembre 2017

Le nuove frontiere del licenziamento economico

Una delle novità: si può licenziare anche per guadagnare di più "Ai fini della legittimità del licenziamento individuale intimato per giustificato motivo   CONTINUA
focus28 Settembre 2017

Mokambo Store: l'enoteca del caffè

Alessia Di Nisio: «È il numero zero, una sfida per diffondere la cultura del caffè» Dietro una tazzina di caffè c’è un rituale ben preciso. La famigl   CONTINUA
focus27 Settembre 2017

Ecco chi sono i nuovi Cavalieri Dei Maccheroni alla Chitarra

Si è svolta la scorsa settimana, negli spazi del ristorante Borgo Spoltino di Mosciano S. Angelo, la cerimonia di consegna del titolo di Cavaliere dell’Ord   CONTINUA
focus20 Settembre 2017

Barberini S.p.a. dall'Abruzzo in tutto il mondo

Storia e futuro della realtà abruzzese diventata leader mondiale nella produzione di lenti solari in vetro ottico. Intervista all’ad ingegnere Gianni Vetri   CONTINUA
focus13 Settembre 2017

Zaccagni, una pasta dal gusto multiculturale

Il pastificio, rilevato dalla famiglia Petruzzi, è oggi gestito dal giovane Leonardo e ha l’obiettivo di allargarsi ai mercati mondiali Quando esperienze   CONTINUA