Assoimpresaitaliana.it

_

_

_

_

_

CERCA ARTICOLI

_

AREA RISERVATA

Registrandoti al sito potrai accedere all'archivio e consultare tutti i numeri arretrati di Abruzzo Impresa.

 

Se sei un nuovo utente registrati qui

altrimenti effettua il login:

_

_

focus di Marzia Palumbo | 13 Gennaio 2017

Scuppoz : «Mantenere la tradizione, innovandola»

Questo l’imperativo che  ha creato la fortuna dell’azienda liquorista di Valle Castellana

Quando la saggezza popolare incontra lo spirito imprenditoriale i risultati possono essere esplosivi. Questo è il caso di Scuppoz, l’azienda liquorista che ha fatto dell’amore per il territorio la sua risorsa principale.

A gestire l’azienda ci sono Adriano Cicconi e sua moglie Anna Iannetti: il loro legame assicura una gestione capillare delle esigenze aziendali. «Io mi occupo della parte artigianale – afferma Adriano –, sono un profondo conoscitore della terra in cui sono cresciuto e di tutto ciò che essa produce naturalmente».

Una conoscenza che ha origini antichissime e che risiede nello studio approfondito delle piante selvatiche che crescono spontanee nella zona del piccolo comune di Valle Castellana, in provincia di Teramo, dove l’azienda è nata e continua a prosperare. Le erbe e le radici dei Monti della Laga sono gli elementi principali sui quali si basa il successo dell’azienda.

Tra i prodotti a base di erbe che l’azienda produce, troviamo l’amatissima genziana rivisitata anche nella versione genziana di vino, il celebre amaro firmato Scuppoz, tanti liquori alle erbe, alla liquirizia, al limone, all’anice. A coltivare la terra sono sempre Adriano ed Anna per i quali il rispetto della biodiversità del territorio si traduce nell’attenzione al dettaglio: citiamo l’utilizzo della filiera corta per rafforzare la qualità dei prodotti, oltre che l’alternanza di genziana ed amarena nelle coltivazioni.

«Il nostro imperativo è “mantenere la tradizione innovandola” – ci spiega Anna –, solo mettendoci in discussione siamo riusciti ad ottenere importanti risultati». Un amore, quello per la tradizione, che l’azienda Scuppoz palesa grazie ad una capillare selezione delle erbe da utilizzare e delle modalità di distillazione; l’innovazione invece si dimostra nel packaging alla moda e nel marketing sempre più affidato ai canali social e agli spot motion.

Grazie a questo intelligente mescolamento di vecchio e nuovo l’azienda Scuppoz è giunta ad ottenere veri e propri riconoscimenti a livello nazionale e non solo. Le collaborazioni con gli chef stellati sono all’ordine del giorno, come anche le partecipazioni presso i più importanti eventi fieristici del settore enogastronomico: dal Cibus al Saral Food, dal TuttoFood fino al Taste di Firenze, l’azienda di Valle Castellana registra consensi ad ogni partecipazione.

Adriano ed Anna, a capo dell’azienda, sono determinati e forti della convinzione secondo la quale la qualità del prodotto non può che essere riconosciuta dalla clientela. La determinazione dei due giovani titolari è talmente forte da non permettere uno scoraggiamento neanche in questi ultimi tempi in cui la zona del teramano è stata scossa dai drammatici eventi legati al terremoto. «I danni non sono quantizzabili – ci spiegano i coniugi –, questa è una zona dedita al turismo invernale: molte sono le sagre alle quali partecipiamo e molti i negozi che riforniamo. Ad oggi alcuni ci hanno già contattato per riconsegnarci la merce».

Eppure, nelle parole di Adriano ed Anna, traspare la voglia e il desiderio di rimettersi in gioco: l’amore per la regione, il legame con le radici, il rispetto per il territorio ed i suoi frutti portano l’azienda Scuppoz a guardare al futuro con coraggio e a determinare le nuove iniziative per il 2017, sempre all’insegna della qualità dei prodotti nei quali i sapori tipici della terra abruzzese non possono che essere i protagonisti.

 

 

 

 

focus28 Novembre 2017

A tutta sicurezza con Eurosignal Adriatica

Dalla moda alla segnaletica stradale, l’improvviso cambio di rotta di Valter Nanni, titolare dell’azienda pescarese l vivace colore arancione delle divis   CONTINUA
focus21 Novembre 2017

Il ruolo del web nell'economia. A che punto è l'Abruzzo?

L’11 Ottobre pubblicammo il focus “sull’utilizzo di internet nella nostra Regione.   CONTINUA
focus17 Novembre 2017

Antonio Zaccardi, dall'Abruzzo ad uno dei ristoranti top al mondo

Originario di Castiglione Messer Marino, oggi lo chef lavora a Piazza Duomo ad Alba,3 stelle Michelin e 15esimo miglior ristorante al mondo E' orgoglio tutto   CONTINUA
focus16 Novembre 2017

Al Gruppo Baltour il premio ‘50 years of NEOPLAN Skyliner’

Festeggiamenti in casa MAN per il 50° anniversario del top di gamma, il Neoplan Skyliner, l’autobus bipiano dalla inconfondibile linea aerodinamica.   CONTINUA
focus14 Novembre 2017

Aidp, all’Aurum un evento per parlare di leadership

Se ti dico leadership, a cosa pensi? A questa domanda AIDP Abruzzo e Molise intende rispondere in un evento aperto al pubblico, giovedì 16 novembre alle ore   CONTINUA
focus09 Novembre 2017

Dopo Montesilvano, il ristorante pizzeria Carpe Diem aprira’ anche a Villa Raspa di Spoltore

Si preannuncia come un grande evento gastronomico l’inaugurazione della sede di Villa Raspa di Spoltore del Ristorante Pizzeria Carpe Diem “Diversamente p   CONTINUA
focus03 Novembre 2017

Presentata a La Corte di Spoltore, la guida Osterie d’Italia

Parola d’ordine, autenticità. Ci tiene ad evidenziarlo più volte Eugenio Signoroni, curatore della guida Osterie d’Italia durante la serata di presentaz   CONTINUA
focus31 Ottobre 2017

Un nuovo modo per conoscere l’Abruzzo, quello “Autentico”

“Autentico. sintassi della cucina abruzzese”, è un percorso rivolto agli addetti ai lavori e agli appassionati, un itinerario del gusto per conoscere l   CONTINUA
focus27 Ottobre 2017

Legge sulla concorrenza, cosa cambia per le assicurazioni

Le novità riguardano anche i settori dell’energia e delle professioni Approvata ed entrata in vigore lo scorso mese di agosto, la Legge sulla concorrenza   CONTINUA
focus26 Ottobre 2017

La Carbotech investe 500.000 euro nella Digital Manufacturing

Ad oggi, le iniziative di Digital manufacturing sono supportate da importanti misure di politica fiscale relative agli investimenti in beni strumentali, mater   CONTINUA