Instagram Facebook Youtube #abruzzoimpresa
AccediAccedi

Un altro anno di crescita e di sviluppo per Amadori

Il Gruppo di Cesena, ma con una sede produttiva anche in Abruzzo a Mosciano Sant'Angelo, ha presentato i risultati dell’esercizio 2018: crescita del fatturato (+3,8% sul 2017) e margine operativo lordo (+2,3% sul 2017) sono l'esito di una costante politica di investimenti

A cura della redazione

Il Gruppo Amadori ha presentato la scorsa settimana, nel corso del tradizionale incontro con le Istituzioni finanziarie, i dati di bilancio dell’esercizio 2018.

Dopo un 2017 che ha segnato un importante cambio di passo, il 2018 ha visto proseguire il trend di crescita da parte del Gruppo, confermando la positività del percorso intrapreso, che oggi posiziona Amadori ai vertici del settore avicolo e fra le prime aziende del comparto alimentare italiano.

Il fatturato complessivo ammonta a 1.255 milioni di euro (+3,8% rispetto allo scorso anno). All’aumento del fatturato si è aggiunta una proporzionale crescita del margine operativo lordo, che ha raggiunto i 106 milioni di euro (+2,3% rispetto al 2017).

Questi positivi risultati sono il frutto della costante politica di investimenti sostenuta dal Gruppo: investimenti che negli ultimi 4 anni sono stati superiori ai 200 milioni di euro, focalizzati a proseguire lo sviluppo di nuove filiere produttive e a consolidare quelle esistenti, puntando su prodotti innovativi di qualità seguendo la tradizione alimentare italiana, con il fine di garantire al consumatore la più ampia scelta possibile.

In occasione dell’incontro, Francesco Berti ha assunto ufficialmente l’incarico di amministratore delegato del Gruppo Amadori, dopo essere stato nominato lo scorso anno direttore generale. Siamo soddisfatti dei risultati ottenuti nel 2018, che confermano l’efficacia delle nostre scelte - ha commentato il presidente Flavio Amadori - Questa performance è stata ottenuta grazie a molteplici progetti d’innovazione di prodotto e di processo, oltre che a una politica commerciale e di marketing orientata a dare un sempre maggior livello di servizio ai nostri clienti. I risultati di bilancio 2018 premiano l’impegno dei nostri oltre 7.800 collaboratori in tutta Italia e consentono al Gruppo Amadori di proseguire nel percorso di sviluppo verso una moderna azienda alimentare, pronta a soddisfare le numerose e variegate richieste di un mercato in continua evoluzione”.

 

Amadori

Fondata nel 1969, Amadori è oggi un Gruppo leader nel comparto alimentare. Specialista nel settore avicolo, ha una quota di mercato intorno al 30% sul totale carni avicole in Italia e può contare sulla collaborazione di oltre 7.800 persone. Amadori oggi si distingue sul mercato per la gestione integrata della propria filiera, formata da: 6 mangimifici, 6 incubatoi, oltre 800 allevamenti, 6 stabilimenti di trasformazione alimentare, 3 piattaforme logistiche e 19 centri di distribuzione fra filiali e agenzie, che garantiscono una distribuzione capillare in tutta Italia. www.amadori.it

Continua a leggere in Focus...

Fiat Professional presenta il miglior Ducato di sempre

Il nuovo Ducato MY2020 che viene prodotto alla Sevel di Atessa, anticipa alcune informazioni sul...

Continua a leggere...

Lavorare in Abruzzo, un’assunzione su 4 è “di difficile reperimento”

Meccanici e montatori di macchinari industriali, ma anche quelle legate a ICT e digitale sembrano...

Continua a leggere...

DigitalAQ a Bruxelles

Al “Digital Cities Challenge” la ricostruzione e le azioni volte a realizzare una...

Continua a leggere...
Cover Story Cover Story

Mercadante Truck, la forza di una famiglia da 92 anni

Scopri di più...
ABRUZZO IMPRESA è il portale online che racconta quotidianamente il mondo dell'imprenditoria abruzzese. Questa testata giornalistica nasce nel 2006 in versione cartacea con lo scopo di raccontare attraverso interviste e approfondimenti l'economia abruzzese. Il vero grande valore aggiunto di questa nuova scelta editoriale è la Web Tv di ABRUZZO IMPRESA che permette ad imprenditori e manager di esporre le loro storie. I canali Facebook, Instagram e Linkedin sono lo strumento di espansione del sito ufficiale che vede nell'ipertestualità una importante via di sviluppo.
Fabio De Vincentiis
Editore
Eleonora Lopes
Direttore Responsabile
Gianluigi Tiberi
Coordinatore web-tv
La Redazione