Instagram Facebook Youtube #abruzzoimpresa
AccediAccedi

Riciclare in Abruzzo: la top 14 dei comuni più virtuosi

Secondo il rapporto “Comuni Ricicloni 2018” realizzato da Legambiente, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, l’Abruzzo più virtuoso si annida nella provincia di Chieti

a cura della redazione

Quattordici i comuni ricicloni nella nostra regione, quelli che riescono a fare una raccolta differenziata superiore al 65% e riducono i residui da portare in discarica.

Tra i comuni sotto i 5 mila abitanti sul podio va Palena (Chieti), comune nel cuore della Majella, con 87,8% di raccolta differenziata e un residuo secco da conferire in discarica di soli 37 chili pro-capite l’anno; mentre tra quelli tra i 5 mila e 15 mila abitanti sul podio sale Pratola Peligna (L’Aquila) con una raccolta differenziata al 74,9% e un residuo secco di 61 chili pro capite l’anno.

Nota dolente per i grandi comuni sopra i 15 mila abitanti, dove l’Abruzzo non vanta alcun primato. Ci consoliamo costatando che la situazione sia in linea con il dato generale, visto solo 9 Comuni meritano tale riconoscimento in tutta Italia, e solo tre sono capoluoghi di provincia: Trento, Pordenone e Treviso.

La classifica stilata da Legambiente è utile per fare il punto sulle politiche di smaltimento dei rifiuti in Italia e in Abruzzo, dove dopo anni ancora si attende il varo operativo dell’Autorità regionale per la gestione integrata dei rifiuti urbani (Agir), istituita dal precedente governo regionale di centrodestra nel 2013, ma mai entrata in funzione e di cui è imminente la nomina degli organismi. Il suo obiettivo sarà di governare l'intero ciclo dei rifiuti in Abruzzo, in modo sovraordinato rispetto ai consorzi e alle società municipalizzate, e si spera in modo molto più efficiente ed economico.

Nella classifica di Legambiente a "fare punteggio", quest'anno non sono più solo i livelli di raccolta differenziata raggiunti, per cui il criterio minimo è il 65%, ma anche l’attenzione alle politiche di riduzione a monte della quantità di rifiuto destinata allo smaltimento. Anche il nuovo pacchetto europeo sull’economia circolare pone tra i suoi obiettivi il riciclo del 70% degli imballaggi entro il 2030 e del 65% dei rifiuti urbani entro il 2035 e, alla stessa scadenza, un massimo del 10% di rifiuti che possono essere smaltiti in discarica.

I Comuni italiani che eccellono per questi requisiti, meritandosi l’encomio di “rifiuti free” sono in aumento, annuncia Legambiente, passando dai 486 del 2017 ai 505 del 2018, per un totale di 3.463.849 cittadini, circa 200.000 in più dell’anno precede. In Abruzzo sono 14, dato che porta la nostra regione a detenere il 5% sul totale di Comuni ricicloni, ponendoci a metà di una classifica guidata da Veneto 28%, Friuli-Venezia Giulia 25% e Trentino - Alto Adige 17% e chiusa da Piemonte e Liguria con un 1%, Puglia, Sicilia e Valle D'Aosta con tondo 0%.

Ma guardiamo l’elenco completo di questi fantastici 14: dopo Palena, tra quelli sotto i 5 mila abitanti ci sono Orsogna (38,9 chili pro capite di rifiuto secco residuo l’anno e l’86,1% di raccolta differenziata), Tollo (42,9 kg - 85,5%), Vacri (60,2 - 73%), Casalincontrada (67,1 kg - 74,7%), Ripa Teatina (67,9 kg - 72,2%), Crecchio (67,9- 74,6%), Canosa Sannita (71,2 kg - 76,9%), Ari (71,8 kg - 66,2%), Scerni (74,8 kg - 75,4%) e Rapino (75 kg - 71,1%), tutti nella Provincia di Chieti.

Dopo Pratola Peligna tra quelli tra i 5 mila e i 15 mila abitanti ci sono Fossacesia (Chieti) con 66,6 chili di rifiuti residui annui e l'82,9% di raccolta differenziata, e Pianella (Pescara) 74 chili e il 71%.

Menzione speciale, pur non essendo un comune ‘rifiuti free’, è andata a Francavilla al Mare (Chieti), in virtù delle sue 240 tonnellate di rifiuti legnosi avviati a riciclo, ma anche per l’isola ecologica adiacente allo stadio comunale aperta anche durante i fine settimana (le isole ecologiche informatizzate sono aperte 7 giorni su 7 ed esiste un servizio gratuito di prenotazione dei rifiuti ingombranti e degli scarti di giardino).

Nella selezione dei Comuni delle aree del cratere sismico 2016-2017 da premiare per lo smaltimento dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, c’è anche il comune di Montorio al Vomano (Teramo), che regista un incremento della raccolta differenziata di questa tipologia di rifiuto del 64% in un anno.

Infine, per la sezione aziende, la Ecolan di Lanciano, società per lo smaltimento dei rifiuti, partecipata da una cinquantina di Comuni del chietino, si è meritata un premio per l’eccellente raccolta differenziata dei pannolini, “con metodi innovativi che sono risultati essere efficienti, efficaci e senza costi aggiuntivi, grazie a bidoni scarrabili da 360 litri, agganciati al mezzo che opera la raccolta di altre frazioni”.

 

Continua a leggere in Focus...

Il team abruzzese Daygo Sublimondo trionfa nel Trofeo Motoestate di Parma

Soddisfatti il pilota in sella alla Daygo M4r Gian Paolo Di Vittori e lo sponsor pescarese...

Continua a leggere...

Rifiuti Zero Abruzzo, Legambiente e INPS puliscono Teramo

"Puliamo il mondo", i cittadini teramani si danno appuntamento per ripulire la città tra impegno...

Continua a leggere...

FlixBus festeggia quattro anni a Pescara

Bilancio più che positivo con le prenotazioni aumentate del 65% solo nell’ultimo anno

Continua a leggere...
Cover Story Cover Story

Mercadante Truck, la forza di una famiglia da 92 anni

Scopri di più...
ABRUZZO IMPRESA è il portale online che racconta quotidianamente il mondo dell'imprenditoria abruzzese. Questa testata giornalistica nasce nel 2006 in versione cartacea con lo scopo di raccontare attraverso interviste e approfondimenti l'economia abruzzese. Il vero grande valore aggiunto di questa nuova scelta editoriale è la Web Tv di ABRUZZO IMPRESA che permette ad imprenditori e manager di esporre le loro storie. I canali Facebook, Instagram e Linkedin sono lo strumento di espansione del sito ufficiale che vede nell'ipertestualità una importante via di sviluppo.
Fabio De Vincentiis
Editore
Eleonora Lopes
Direttore Responsabile
Gianluigi Tiberi
Coordinatore web-tv
La Redazione