Instagram Facebook Youtube #abruzzoimpresa
AccediAccedi

Pasa Bowl Restaurant, quando le culture si fondono

Inaugurato a Giulianova lo scorso settembre dai giovani imprenditori Valentina Pandoli e Luca Santucci, il locale si propone di creare una fusion tra la tradizione orientale e quella latinoamericana

di Davide De Vincentiis

In un mondo sempre più globalizzato ed interconnesso, cambiano velocemente anche i gusti culinari, e se da una parte i piatti tipici italiani sono apprezzatissimi in ogni angolo del pianeta, nel Belpaese sono presenti ristoranti arabi, orientali e latinoamericani che da anni riscuotono grande successo. Non manca però chi, attratto da molteplici tradizioni gastronomiche, decida di riunirle in un solo esercizio: è il caso di Pasa Bowl Restaurant, aperto lo scorso 8 settembre a Giulianova e gestito dai giovani e dinamici imprenditori Valentina Pandoli e Luca Santucci, uniti sia in ambito lavorativo che sentimentale.

<<In realtà, tutto è nato quasi per gioco - confessa la titolare Valentina - quando lavoravo in un ristorante-pizzeria a Roseto degli Abruzzi. Io e Luca, che ha anche un’altra attività in un settore totalmente diverso da quello della ristorazione, scherzavamo sul fatto che ci sarebbe piaciuto avere un nostro locale. Questo scherzo, quasi inconsapevolmente si è fatto realtà quando abbiamo iniziato a contattare un’agenzia per trovare l’immobile giusto per intraprendere questo nuovo percorso. Una volta trovato, abbiamo iniziato a lavorare incessantemente al menu, anche se siamo arrivati all’8 settembre, data di apertura, senza che questo fosse completo>>. Anche altre motivazioni, più concrete, hanno spinto la coppia a lanciarsi in questa iniziativa: <<Siamo grandi amanti del poke – aggiunge Valentina -, che è dunque diventato il cardine del nostro locale, inaugurato non solo per portare una ventata d’aria fresca a Giulianova, ma anche per rispondere a delle esigenze pratiche: negli ultimi anni la città ha perso in quanto ad attrattività ed è diventata meno vissuta rispetto alle vicine Roseto degli Abruzzi, Tortoreto e Alba Adriatica. A questo si aggiunga, poi, che mancava un locale che potesse offrire una rapida pausa pranzo, se non qualche fast food e gastronomia. Ci siamo pertanto proposti di tappare questa falla, creando un locale innovativo, con atmosfera fresca e giovanile, che potesse garantire a molte persone una celere ma gustosa pausa pranzo>>.

In un periodo storico complesso e difficile come quello corrente, molte sono le problematiche relative all’intrapresa di un percorso imprenditoriale, specie nel mondo della ristorazione. I due soci, però, hanno deciso di gettare il cuore oltre l’ostacolo, convinti che le difficili condizioni odierne potessero esser vinte da ingredienti quali la passione, la costanza e la determinazione: <<Io faccio da sempre questo lavoro - prosegue la giovane titolare - ed è stata la passione a spingermi ad aprire un nuovo locale, nonostante fossimo entrambi consapevoli dei problemi che avremmo dovuto affrontare. Infatti, tanto per fare un esempio, nonostante il nostro ristorante abbia trenta posti a sedere, un numero relativamente basso, i costi sono sproporzionalmente elevati ed eccessivi. Tuttavia, avere un locale proprio piuttosto che lavorare per un esercizio altrui dà molte più emozioni, anche se inevitabilmente comporta maggiori sacrifici, responsabilità ed ore piccole, aspetti ai quali si può però ovviare mettendoci ancora più passione”.

Una passione motivata anche dalla volontà di offrire alla clientela pietanze molto apprezzate dai soci ma difficilmente reperibili in Abruzzo: <<Contrariamente ai ristoranti più tradizionali, non abbiamo dei riferimenti immutabili e magari con alle spalle un solido radicamento nel territorio: abbiamo piuttosto deciso di abbracciare più culture, – continua la proprietaria - in quanto amiamo il poke (piatto hawaiano a base di pesce crudo), ma mancando dei locali che lo servissero nelle vicinanze, pur di gustarlo ci spingevamo fino a San Benedetto del Tronto o addirittura fino a Civitanova Marche. Abbiamo dunque deciso di riportare tutto ciò che ci piace qui, fondendolo in una prospettiva attraente, colorata, innovativa e simpatica, che abbraccia anche i più classici toast e il bao (panino di riso diffuso nella cucina cinese). Tuttavia, sono anche presenti fuorimenu giornalieri, composti sulla base degli ingredienti citati poc’anzi, al fine di non fare trovare al cliente sempre le stese cose e, in qualche modo, sorprenderlo>>.

Nonostante Luca e Valentina siano soddisfatti di come siano andate le cose dall’apertura del locale, è però già tempo di guardare al futuro: <<Naturalmente, ci piacerebbe aprire un altro punto in una città vicina, ma innanzitutto dobbiamo consolidarci - precisa Valentina - e tale crescita e consolidamento dovrà necessariamente passare per una buona stagione invernale; dovremo poi arrivare ugualmente pronti e carichi all’estate del prossimo anno>>.

Non manca, infine, un appello al mondo dell’imprenditoria giovanile locale: <<Da giuliesi doc, nati e cresciuti qui, -conclude la coppia- investire nella nostra città è emozionante e porta anche a dare qualcosa in più sul lavoro. Abbiamo deciso di rimboccarci le maniche per aiutare la nostra città ad essere più dinamica e risolvere i suoi problemi e ci auguriamo che anche altri giovani imprenditori locali intraprendono la nostra strada, in quanto a Giulianova mancano molte cose ed siamo proprio noi giovani a doverci impegnare per un futuro prospero e felice>>.

Continua a leggere in Focus...

Il Gruppo Travaglini di Atessa acquisisce la Motolog Srl

Motolog Srl è una delle più importanti realtà italiane nella logistica e spedizioni di...

Continua a leggere...

Fantini Group si fa sempre più green e sostenibile

L’impegno del gruppo vitivinicolo abruzzese per l’ambiente: quest’anno vanno a regime i...

Continua a leggere...

Maglificio Gran Sasso, un’icona internazionale della moda Made in Italy

Fiore all’occhiello di questa regione, l’azienda di Sant’Egidio alla Vibrata che...

Continua a leggere...
ABRUZZO IMPRESA è il portale online che racconta quotidianamente il mondo dell'imprenditoria abruzzese. Questa testata giornalistica nasce nel 2006 in versione cartacea con lo scopo di raccontare attraverso interviste e approfondimenti l'economia abruzzese. Il vero grande valore aggiunto di questa nuova scelta editoriale è la Web Tv di ABRUZZO IMPRESA che permette ad imprenditori e manager di esporre le loro storie. I canali Facebook, Instagram e Linkedin sono lo strumento di espansione del sito ufficiale che vede nell'ipertestualità una importante via di sviluppo.
Fabio De Vincentiis
Editore
Eleonora Lopes
Direttore Responsabile
Gianluigi Tiberi
Coordinatore web-tv
La Redazione