Instagram Facebook Youtube #abruzzoimpresa
AccediAccedi

Entroterra, la nuova scommessa della ristorazione teramana

Jacopo Divisi, Paride Furia e Luca Mercadante hanno da poco aperto la loro trattoria sostenibile nel centro di Teramo. La proposta gastronomica è un mix tra tradizione e innovazione

a cura di Eleonora Lopes

Tradizione, territorialità e innovazione. Sono queste le caratteristiche di Entroterra Trattoria Sostenibile, il nuovo ristorante nel centro di Teramo. I protagonisti di questa nuova avventura sono: Jacopo Divisi e Paride Furia in cucina e Luca Mercadante in sala. Amici nella vita e soci nel lavoro, dopo anni in vari ristoranti in giro tra l’Abruzzo e non solo hanno deciso di iniziare questo percorso insieme nella loro città.

Lo scorso lunedì i tre ragazzi, supportati da Giancarlo Pierannunzi, hanno organizzato un pranzo con la stampa e alcuni operatori del settore enogastronomico per presentare la loro nuova realtà.

Il locale, a due passi dal Duomo, ha pochi coperti con possibilità di mangiare anche fuori. E’ aperto tutti i giorni tranne il martedì, sia a pranzo che a cena.

I piatti dei due chef prendono ispirazione dalla cucina teramana ma in chiave contemporanea inserendo qua e là elementi innovativi specie nelle tecniche di cucina. Il menù proponeva: tartare di marchigiana, alici, cialda di mais e olive taggiasche; tacos al baccalà; mazzarella; timballo teramano; mezzo pacchero Verrigni con genovese di agnello e crema di pecorino; guancia di vitello nostrano e per concludere il ferramisù, un tiramisù con la ferratella. Un fuori menù per l'occasione, le virtù teramane, piatto tipico del 1 maggio ma sempre apprezzato.

Paride 28 anni, ha frequentato l’alberghiero di Villa Santa Maria, poi l’Alma a Parma per poi fare diverse esperienze anche nei ristoranti stellati. Jacopo 26 anni, dopo il diploma di Liceo Classico, attratto dai fornelli, ha subito cominciato a lavorare in varie cucine in Abruzzo. Luca 31 anni, con un diploma in ragioneria spinto dalla passione ha sempre lavorato in questo settore.

La loro è una proposta gastronomica interessante e golosa che evidenzia l’attaccamento alle radici di questi giovani ragazzi: “Abbiamo ripreso i piatti delle nostre nonne senza stravolgerli- hanno raccontato – ma aggiungendo qualche elemento innovativo dettato anche dalle nostre esperienze in giro per l’Italia. La nostra è una trattoria sostenibile che vuole avvicinare i giovani”.

Interessante anche la selezione di vini che sicuramente crescerà così come tutto il progetto.

In bocca al lupo a questi ragazzi per questa nuova avventura.

Continua a leggere in Focus...

Francesco Simeti è l'artista protagonista della quarta edizione del Masciarelli Art Project

Invitato da Marina Cvetic e la figlia Miriam Lee Masciarelli, l’artista ha dato origine ad...

Continua a leggere...

Il Mercato del Pane riconferma i Tre Pani della prestigiosa guida Gambero Rosso

Considerato tra i migliori forni d’Abruzzo, Mercato del Pane rinnova l’arte della...

Continua a leggere...

Turismo delle radici, Terramàne promuove l'incontro speciale di due italo americani

Terramàne, Colline Verdi d'Abruzzo, in occasione del suo 1° compleanno, ha voluto sostenere un...

Continua a leggere...
ABRUZZO IMPRESA è il portale online che racconta quotidianamente il mondo dell'imprenditoria abruzzese. Questa testata giornalistica nasce nel 2006 in versione cartacea con lo scopo di raccontare attraverso interviste e approfondimenti l'economia abruzzese. Il vero grande valore aggiunto di questa nuova scelta editoriale è la Web Tv di ABRUZZO IMPRESA che permette ad imprenditori e manager di esporre le loro storie. I canali Facebook, Instagram e Linkedin sono lo strumento di espansione del sito ufficiale che vede nell'ipertestualità una importante via di sviluppo.
Fabio De Vincentiis
Editore
Eleonora Lopes
Direttore Responsabile
Gianluigi Tiberi
Coordinatore web-tv
La Redazione