Instagram Facebook Youtube #abruzzoimpresa
AccediAccedi

Presentati a Pescara il Manifesto del Cuoco e quello della Cucina abruzzese

I due documenti elaborati dall’Unione cuochi sono stati sottoscritti da chef stellati, cuochi provenienti da tutta la regione, dai dirigenti dei sei istituti alberghieri, da rappresentanti e personalità del mondo gastronomico e da giornalisti di settore

A cura della redazione

Fare sistema nel settore: è questo l’obiettivo del “Manifesto della Cucina Abruzzese e il Decalogo del Cuoco Abruzzese” presentati a Pescara presso il Museo delle Genti D’Abruzzo. I due documenti elaborati dall’Unione cuochi abruzzesi sono stati sottoscritti da chef stellati, cuochi provenienti da tutto il territorio, dai dirigenti dei sei istituti alberghieri della regione, da rappresentanti e personalità del mondo gastronomico e da giornalisti di settore.

Presenti all’evento più di 200 cuochi, chef stellati, gastronomi, giornalisti enogastronomici e dirigenti scolastici degli Istituti Alberghieri d’Abruzzo per celebrare la cucina abruzzese e il ruolo del cuoco abruzzese.

Alla tavola rotonda, moderata dal giornalista Massimo Di Cintio, sono intervenuti: il presidente dell’Unione Regionale Cuochi Abruzzesi Lorenzo Pace e gli chef stellati, Arcangelo Tinari, di Villa Maiella, Mattia Spadone, de La Bandiera, Nicola Fossaceca del Al Metrò e il super ospite Luca Mattioli, originario di Francavilla, e oggi sous chef al Mirazur di Menton in Francia, miglior ristorante del mondo nella classifica The World’s Best Restaurants 2019.

«L’obiettivo del manifesto – ha esordito Lorenzo Pace,- è quello di mettere insieme le esperienze, le riflessioni e le filosofie che negli ultimi 15 anni i cuochi e i non cuochi hanno elaborato nella nostra regione. Ci tengo a sottolineare che noi non insegniamo ricette e non vogliamo dare lezione a nessuno, vogliamo solo fare cultura gastronomica e contribuire a far crescere il livello culturale, etico e professionale dei cuochi in modo collegiale. Ecco perchè il Manifesto».

Il decalogo del cuoco contiene dieci punti che rappresentano una guida per il lavoro, l’etica e la professionalità dei cuochi, quello della cucina esprime sempre dieci punti sulle caratteristiche della nostra cucina regionale: la pastorale, quella contadina e quella marinara.
Al termine della presentazione, sono state consegnate le insigne di appartenenza al Collegium Cocorum, l’onorificenza conferita ogni due anni dalla Federazione italiana cuochi. Venti gli chef che operano da almeno 25 anni nell’arte culinaria premiati con questa motivazione:"per aver operato con dignità, passione, capacità e prestigio, onorando sempre e ovunque la millenaria tradizione della cucina italiana".

Continua a leggere in Eventi & Convegni...

I microtipici: il nuovo progetto targato Arago Design

Il marchio abruzzese di ceramica artistica presenta una nuova produzione fra creatività, cultura...

Continua a leggere...

Un brindisi di Natale per la lotta contro il tumore al seno

L’appuntamento per l'evento di beneficenza, organizzato dalle Ladies del Comitato Abruzzo di...

Continua a leggere...
Cover Story Cover Story

Mercadante Truck, la forza di una famiglia da 92 anni

Scopri di più...
ABRUZZO IMPRESA è il portale online che racconta quotidianamente il mondo dell'imprenditoria abruzzese. Questa testata giornalistica nasce nel 2006 in versione cartacea con lo scopo di raccontare attraverso interviste e approfondimenti l'economia abruzzese. Il vero grande valore aggiunto di questa nuova scelta editoriale è la Web Tv di ABRUZZO IMPRESA che permette ad imprenditori e manager di esporre le loro storie. I canali Facebook, Instagram e Linkedin sono lo strumento di espansione del sito ufficiale che vede nell'ipertestualità una importante via di sviluppo.
Fabio De Vincentiis
Editore
Eleonora Lopes
Direttore Responsabile
Gianluigi Tiberi
Coordinatore web-tv
La Redazione